I numeri dicono che Matri non ha fallito, per questo ha sempre mercato

Ci sono giocatori che pagano le scelte degli allenatori senza alcuna colpa. Prendiamo il caso di Alessandro Matri che a neanche 28 anni è considerato un indesiderato alla Juventus.

Solo un anno e mezzo fa arrivò a Torino con una valutazione di quasi 18 milioni pagati con la formula del prestito oneroso con l’obbligo di riscatto. Non perché Marotta si fosse bevuto il cervello (oddio, di soldi ne ha sperperato anche lui con Krasic, Elia ecc.), ma perché il giocatore aveva fatto crescere la propria  quotazione a suon di gol.

Premetto che all’arrivo a Cagliari nutrivo diverse remore sul valore dell’attaccante di Sant’Angelo Lodigiano, quindi non voglio passare per un suo estimatore del primo giorno perché sarei bugiardo. Non mi sfagiolava l’idea che potesse giocare titolare in A uno che l’anno prima in B aveva realizzato appena 4 gol, solo perché veniva dal vivaio del Milan. Trovavo ingiusto che potesse godere di tanto credito da parte di Cellino  confrontato con l’assoluta mancanza di fiducia che il presidente mostra per i giocatori sardi.  Matri aveva 21 anni e per stare all’attualità Sau ha dovuto compierne 25 e segnare 21 reti per due anni di seguito prima di poter tornare alla base, in circostanze anche fortuite (visto quello che era successo a Foggia). Tra l’altro voglio vedere se gli daranno un posto da titolare…

Ma torniamo al Matri attuale. Due anni fa col Cagliari segnò 13 reti, l’anno scorso ne fece 19 in totale (11 in rossoblù fino a gennaio e 8 in bianconero da gennaio a giugno). Un ruolino di marcia che gli valse l’utilizzo più o meno continuo anche in nazionale.

L’ultima stagione va letta con i numeri. Conte non lo ha mai considerato un vero titolare e soltanto in quattro occasioni gli ha fatto giocare tutta la gara. Fino al mese di marzo peraltro l’attaccante aveva fatto miracoli segnando 10 gol in 22 presenze, per lo più spezzoni di partita. Da lì in poi l’allenatore lo ha praticamente utilizzato col contagocce quando non ne poteva fare a meno, e Prandelli di conseguenza l’ha dovuto escludere dal giro azzurro per gli Europei. Conte ha avuto ragione perché la Juve ha rimontato il Milan e centrato lo scudetto, ma non per questo Matri può essere considerato un bocciato. E’ fondamentalmente questo il motivo per cui anche il Milan ci sta facendo un pensierino. 

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;I numeri dicono che Matri non ha fallito, per questo ha sempre mercato

    • A su mancu dice quello. Anche se Matri non è stato molto riconoscente con il Cagliari. Non gli ho mai sentito dire una parola buona. E sì che l’abbiamo fatto diventare giocatore da queste parti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...