Zamparini e le commissioni esagerate

Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini evidentemente si diverte a pagare commissioni stratosferiche sui trasferimenti dei calciatori. L’anno scorso non fecero a tempo a complimentarsi con lui per la cessione di Pastore al Psg per oltre 40 milioni che ammise con la faccia di chi l’aveva scampata bella: “Finalmente posso sorridere, ma se vi dicessi che per quel giocatore avevo pagato 21 milioni di euro solo in commissioni?”. Sembrava una battuta, invece era vero. Così vero, che siccome del trasferimento e dei rapporti coi mediatori argentini si era occupato il direttore generale Rinaldo Sagramola, questi saltò (ora fa il direttore generale alla Sampdoria).

Ma evidentemente la lezione a Zamparini non è bastata, perché oggi ha messo il sigillo sull’acquisto di un promettente attaccante del novembre 1993, l’argentino Paulo Dybala, seguendo le modalità ormai consolidate. Ha pagato 12,5 milioni di euro alla società dell’Instituto (tasse e commisioni comprese), e già sembra un’enormità. Perché stiamo parlando della serie B argentina. La trattativa, che andava avanti da mesi, ha comportato il pagamento di una prima rata di 3,5 milioni di euro nella scorsa primavera. Dopodichè, come sempre accade da quelle parti, il cartellino di Dybala è stato acquistato dauna società: l’inglese Pencilhill Limited. A quel punto l’Instituto ha precisato al Palermo che la cessione del giocatore non era più di sua competenza, senza specificare che fine avessero fatto i soldi anticipati.

Per spiegare la faciloneria delle società italiane quando si tratta di trattare col Sudamerica, questo ragazzotto che in 38 partite ha segnato 17 reti battendo il record del goleador più giovane che apparteneva al mito Mario Alberto Kempes, l’anno scorso guadagnava 900 euro al mese, adesso ha firmato un quadriennale da 500mila euro a salire.

Il presidente del Coni Giulio Onesti coniò l’appellativo di ricchi scemi per i padroni del calcio in Italia. Eravamo alla fine degli anni Cinquanta. Oggi forse non sono più così ricchi, ma per il resto…

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Zamparini e le commissioni esagerate

  1. Zamparini crede di essere molto furbo , ed invece cade nelle trappole estere. Non si sa se sia più ricco che “scemo” o viceversa. Anche i dirigenti del PGS non scherzano tanto da far scattare le ire del Presidente della repubblica. Ma come si fa in un momento tanto difficile per l’Europa ( e non solo) dare tanti soldi ad un solo giocatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...