Le paure di Ficcadenti il precario

Forse sente il terreno minato sotto i piedi, forse non è convinto della scelta fatta di rimanere. Certo è che l’allenatore del Cagliari Ficcadenti non sembra proprio pervaso dal sacro fervore dell’ottimismo in questa prima parte di stagione. Ne ha dato dimostrazione rinviando finchè ha potuto la conferenza stampa di presentazione del nuovo anno e l’ha confermato ieri dichiarando a commento del nuovo calendario che il Cagliari si aspettava di giocare le prime due partite in trasferta. “Il problema sarà che tra agosto e settembre giocheremo tre volte in casa”. Affermazione singolare che lascia trasparire una grande paura. E’ la conferma che questa squadra non sa giocare per vincere, non sa attaccare,  ma riesce a proporsi solo di rimessa. In genere chi lotta per non retrocedere fa del proprio terreno di gioco un fortino inespugnabile, qui avviene il contrario anche perché, particolare non secondario, il Cagliari non ha un proprio terreno di gioco.

Ma lo stato d’animo dell’allenatore riflette altri e più evidenti problemi. Intanto quello della consistenza della rosa che, al di là della grancassa battuta non si sa bene per quale motivo, è la stessa che lo scorso anno si è salvata non senza problemi precedendo solo le retrocesse e il Genoa.

Poi i problemi interni con i senatori Conti e Agostini. Il capitano è rimasto, il vice è stato estromesso perché la società ha depositato una rescissione di contratto firmata dallo stesso giocatore due anni fa (lo stesso fece Conti che però ha avuto diverso trattamento) quando i due chiesero la testa dell’allenatore Bisoli andando dal presidente e ponendo l’ultimatum: o noi o lui. Agostini adesso non riconosce più quel documento e promette battaglia per rimanere sino alla scadenza di contratto fissata a giugno prossimo. In tutto questo Ficcadenti sa di non godere neanche dell’appoggio di Cossu, con cui non ha mai avuto feeling calcisticamente parlando. Il tecnico si sente precario e c’è chi rivede il replay dell’esonero di Donadoni alla vigilia del passato campionato

Insomma, non si può dire che la nuova stagione del Cagliari sia nata sotto una buona stella. Per fortuna c’è Larrivey, caschi il mondo da cinque anni è l’unica certezza del presidente. Contento lui!

Annunci

8 Pensieri su &Idquo;Le paure di Ficcadenti il precario

  1. Siamo proprio messi bene….mi sa tanto che se le cose vanno così non compro neanche il pacchetto calcio di sky quest’anno, sinceramente vedere le partite per soffrire e basta……..
    Comunque ho avute le tue identiche impressioni, secondo me ci ritroveremo come al solito con un nuovo allenatore alla prima giornata, e in particolare mi preoccupa la fine che farà Cossu con Ficcadenti, si vede lontano un chilometro che non si “prendono”!!

    • Paradossalmente sarebbe meglio se si “prendessero” davvero per il bavero e si chiarissero una volta per tutte. Anche se temo che siano proprio agli antipodi come concezione del calcio.

    • Lui pensa che gli annessi e connessi dell’esperienza e delle alleanze (importanti e non) acquisite in questi vent’anni lo mettano al riparo da tutto. Ma non è matematico, anche se finora ha avuto ragione lui.

  2. Fino a quando Cellino non dirà che Ficcadenti è l’allenatore che ha sempre sognato e che gode la sua piena fiducia, l’attuale tecnico del Cagliari può stare tranquillo. Dovrà preoccuparsi quando leggerà gli elogi che portarono all’esonero di Donadoni, Bisoli, lo stesso Ficcadenti e Ballardini( giusto per restare agli ultimi…movimenti).

  3. Non è detto che lo cacci via necessariamente, specie se le cose dovessero andare bene. Sembrerà una considerazione ovvia, ma non è mai stato così, tanto è vero che certi allenatori sono stati esonerati prima ancora che iniziasse il campionato. Ficcadenti comincerebbe a traballare qualora chiedesse dei rinforzi, magari per sostituire Larrivey e Nenè con l’acquisto di un solo giocatore per due che andrebbero via. Ma se per Nenè, a quanto si dice, ci sarebbero richieste dal Portogallo, per Larrivey non credo esistano Società interessate. Ed allora niente acquisti; Larrivey si confermerebbe intoccabile ( chissà poi perché…) e Ficcadenti dovrebbe stare buono e zitto se vuol mangiare il panettone ancora alla guida del Cagliari.

    • Fino ad ora escluso Sau non è arrivato nessun nuovo acquisto di rilievo, mentre è partito Agostini e fra qualche settimana sapremo finalmente se su Astori sono state dette verità o bugie. Come può una squadra che ha corso il rischio di retrocedere non puntellare l’organico?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...