Fiorentina: dove osa Aquilani

Ha avuto due grandi sfortune: i contrattempi fisici che l’hanno bloccato almeno tre volte con lunghe pause e il fatto di capitare nel posto giusto ma nel momento sbagliato. Alberto Aquilani, centrocampista romano che ha compiuto 28 anni all’inizio del mese, dopo essere cresciuto ed essersi affermato con la prima squadra della Roma e in Nazionale, ha giocato con maglie prestigiose di Liverpool, Juventus e Milan, ma nel suo palmares figurano solo due coppe Italia e una Supercoppa italiana ottenute sempre con i giallorossi.

Difficile trovare nel panorama del calcio italiano un calciatore che abbia vestito tutte, ma proprio tutte, le maglie azzurre. Lui ha giocato con le sette rappresentative dell’under (15-16-17-18-19-20-21) sommando 64 partite, segnando 6 gol e vincendo un campionato Europeo con l’U.19. Con la nazionale maggiore a più riprese ha finora totalizzato 21 presenze e 3 reti.

Avrebbe potuto fare una carriera alla Totti o alla De Rossi, vestendo sempre la stessa maglia. Se il Pupone è stato sempre una spanna sopra i comuni mortali, rispetto a capitan Futuro, ovvero De Rossi, era facile prevedere per Aquilani un futuro più importante anche se poi così non è stato. Tecnicamente completo (destro, sinistro, lancio preciso e potente, centrocampista a tutto campo) ha avuto qualche limite psicologico che gli ha consentito finora una buona carriera ma non una carriera strepitosa come pure sarebbe nelle sue possibilità tecniche.

 Non l’ha aiutato nel momento della ripresa, dopo gli infortuni che gli sono costati anche sei mesi di assenza, un rapporto non idilliaco con il tecnico Spalletti che in quegli anni allenava la Roma. Nonostante tutto Alberto Aquilani, sposatosi di recente con l’attrice Michela Quattrociocche da cui ha avuto una bambina, potrebbe avere ancora una chance per ridiventare grandissimo.

 La Fiorentina in questi giorni gli sta facendo una corte serrata perché l’allenatore dei viola, l’ex aeroplanino Montella, è stato suo compagno di squadra e ne conosce benissimo le qualità. Il Liverpool vorrebbe cederlo a 9 milioni di euro anche per rifarsi dei 20 spesi a suo tempo per acquistarlo (Juve e Milan hanno pagato qualche milione ma l’avevano solo in prestito), se i Della Valle firmeranno l’accordo, il calcio italiano avrà ritrovato un protagonista di primissima qualità.    

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...