Calciopoli: e se fosse tutto un gioco?

Vogliamo credere alla giustizia sportiva? E allora accettiamone i verdetti. Vogliamo essere maliziosi? E allora diciamo che le sentenze finali, non quelle che verranno rese note oggi o domani e che la Gazzetta ha anticipato, ma quelle che arriveranno dopo i tre gradi di giudizio alla vigilia dei campionati, saranno politiche. In che senso? Nel senso che tanto tuonò che… non piovve. Secondo le anticipazioni della rosea la Juventus mette al sicuro le posizioni più intricate di Bonucci (per cui erano stati chiesti 3 anni e 6 mesi di squalifica) e Pepe (un anno) , ovvero i tesserati in campo. Per ora l’unico che paga è Conte, che non potrà andare in panchina per dieci mesi (ne erano stati chiesti 15). Questi dieci mesi potrebbero scendere a 6 in appello all’Alta Corte Federale e a 3-4 dopo l’ultimo grado di giudizio del Tnas, una sorta di Cassazione in ambito sportivo. Morale della favola? Si arriverebbe alla richiesta iniziale del procuratore Palazzi con il patteggiamento che era stato respinto dalla Commissione Disciplinare. Solo una congettura? Sì, però aspettiamo e vediamo.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Calciopoli: e se fosse tutto un gioco?

  1. La Gazzetta ha dato quest’anticipazione come una notizia sicura (del resto lo era anche l’accordo per il patteggiamento di Conte). E’ un buon modo questo di fare giornalismo? Come hanno avuto queste notizie? Sinceramente sono rimasto un pò stupito.

    • L’esperienza mi insegna che talvolta le notizie percorrano giri tortuosi. Per esempio non mi meraviglierei se la soffiata sulle intenzioni della Disciplinare fosse giunta alle orecchie del Milan (che in Lega è sempre un po’ il padrone di casa. Non dimenticare gli anni di presidenza Galliani) e che non essendo la società rossonera troppo felice per il verdetto (tra le grandi la guerra cova sempre sotto la cenere) abbia cercato un canale amico (la Gazzetta lo è sempre stato per il Milan) nella speranza che la fuga di notizie potesse cambiare l’esito delle cose, magari con la condanna di Bonucci e Pepe che invece parrebbero essersela scampata. E’ un’ipotesi, ci tengo a precisare, non ho elementi per dirti se è andata davvero così.

  2. Se tanto dovesse accadere, ovvero la riduzione delle pene e perfino l’assoluzione, significherebbe che in Italia si possono fare le cose più ignobili ( sportivamente parlando)

    • Tranquillo si continuano a fare e si faranno perchè come qualcuno dice, finalmente, se non sono le procure a mettere in movimento la Figc, di certo non lo fa da sola. Sono convinto che questo atteggiamento, che chiamarei di complicità bella e buona, consenta di fare emergere solo un venti per cento delle porcherie che in realtà accadono. Forse il trenta, ma non di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...