Milan bravo su Niang, ma dal Caen potevi prendere anche il gemello Nangis

Acquistando M’Baye Babacar Niang, il Milan ha messo sotto contratto uno dei tre giovani più interessanti del calcio francese per quanto riguarda la classe 1994. Due hanno giocato la scorsa stagione nel Caen, e sono gli attaccanti Niang e Nangis, il terzo è invece un difensore del Saint’Etienne, Zouma.

Niang è stato soffiato all’Inter che lo aveva adocchiato già da diverso tempo, ma così come è successo per Lucas, i dirigenti nerazzurri hanno atteso troppo e se lo sono lasciati sfuggire.  Compirà 18 anni solo il prossimo 19 dicembre, e a differenza degli altri due giovani coetanei transalpini aveva già avuto modo di debuttare nel penultimo campionato di Ligue 1. Giocò 7 partite segnando 3 reti, la prima delle quali, contro il Lens, due settimane dopo l’esordio, a soli 16 anni. Nato in un paese di 9mila abitanti, Meulan, figlio di genitori senegalesi, Niang è stato accostato per la sua struttura fisica e per le grandi capacità tecniche a Thierry Henry. Può giocare prima o seconda punta ed ha un fisico longilineo (1,84 cm per 75 kg). Nell’ultima stagione ha giocato 23 partite segnando solo 2 reti. Lascia la Ligue 1 con un totale di 30 presenze e 5 gol.

Lanny Nangis, nato il 24 marzo del 1994, proviene invece dalle Antille, precisamente da Basse-Terre, nella Guadalupa, capitale amministrativa delle piccole Antille con appena 13 mila abitanti. Arrivato giovanissimo nel centro di formazione del Caen (lo stesso da cui proviene Niang), a differenza del compagno, Nangis ha un fisico meno imponente (1,74 kg per 65 kg).Ha debuttato in prima squadra nell’ultimo campionato realizzando una rete (contro l’Ajaccio) in 11 presenze. Gioca come seconda punta o ala pura.

Kurt Zouma è nato a Lione il 27 ottobre del 1994 ed è cresciuto nele vivaio del Saint’Etienne dove quest’anno ha sommato 22 presenze e realizzato 2 reti quantunque sia un difensore centrale. Grande fisico, un poderoso stacco di testa abbinato a una notevole forza e velocità, si è imposto alle attenzioni dei migliori club d’Europa anche per il ruolo che ricopre, sempre più raro fra i giovani. Tutti e tre sono stati ovviamente i punti di forza delle rappresentative transalpine u.15, 16, 17 e 18.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...