Per..alta che sia la nazionale brasiliana è crollata col Messico

Il nome Peralta in Sudamerica è l’equivalente di Rossi in Italia. Il Cagliari a suo tempo tesserò un Peralta, uruguaiano, ma vista la scarsa consistenza del giocatore (etichettato come vice Zola fece una sola apparizione) pensò di aver sbagliato nome e prese un certo Penalba, argentino, che rese tre volte tanto (nel senso che giocò tre volte). Sfortuna volle che anche questo fosse leggero come le chiacchiere (intese come dolci che si friggono nel periodo di Carnevale) e così ci rinunciò.

 Ieri il Peralta messicano ha regalato alla sua nazionale l’oro olimpico di Londra con una doppietta che ha piegato nientedimenoche il Brasile dell’asso (?) Neymar, del mezzoservizio Pato e del corpulento Hulk che a fine gara continuava a dire “Incredibile, incredibile” non capacitandosi di cosa fosse successo. Quest’ultimo ha segnato il gol della bandiera ma è rimasto relegato in un angolino per tutto l’incontro quasi fosse in castigo. E’ stata la classica vittoria  di Arianna David contro Amedeo Goria (io la butto sullo scherzo ma gli sconfitti ne hanno fatto una malattia), con l’allenatore dei verdeoro Menezes (nessuna parentela col celebre Vinicio, goleador anni Sessanta e tecnico di prestigio con Napoli e Lazio nel decennio successivo) che alla fine si sarebbe voluto cancellare dalla faccia della terra. Il pianto disperato di Marcelo, il fluidificante del Real Madrid che sembra Ficarra (o Picone? Quei due li confondo sempre) e la sfinge Thiago Silva (potranno anche pagarlo 100 milioni, ma è arduo trovare un difensore che faccia la differenza nei risultati). Il Brasile delle stelle è sparito neanche  24 ore dopo la notte di San Lorenzo, fagocitato da Aquino, Herrera, Peralta e dal tecnico Luis Fernando Tena. E pensare che fra i tanti top- player in campo, l’unico decisivo è stato un calciatore che ha ormai 28 anni suonati e che in carriera pur giocando in diversi campionati d’Europa non ha mai incantato nessuno. Di nome fa Oribe Peralta Morones, ha giocato due anni in Inghilterra (Reading), tre in Germania (Wolfsburg) e tre in Spagna (Levante). Un mese fa è stato acquistato dall’Espanyol, i cugini poveri del Barcellona. Vuoi vedere che con lui Arianna (David) sconfiggerà nuovamente Amedeo (Goria)?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...