Samp: non solo la vetta, ma anche l’attivo di mercato

Due giornate sono certamente poche perché si possano trarre conclusioni definitive sul valore delle squadre, Certo è che a Genova, sponda Sampdoria, hanno di che sorridere. Perché una neopromossa in genere paga lo scotto del noviziato, a maggior ragione se a guidarla non è più l’allenatore della promozione ma un altro. E in effetti a Ciro Ferrara, richiamato dall’Under 21 dopo l’esilio impostogli a suo tempo dalla Juventus, non erano bastate le 500 gare tonde in serie A e i tanti trofei vinti (sia alla Juve che al Napoli) da giocatore, per essere accolto senza remore.

Invece il successo a San Siro col Milan e quello seguente con il Siena hanno proiettato i blucerchiati addirittura al primo posto. Ma la novità forse più piacevole è un’altra. Grazie alle cessioni definitive di Biabiany al Parma (3,5 milioni e Dessena al Cagliari 2,5 milioni, entrambi per la seconda metà del cartellino) la società ha chiuso il mercato con un attivo di 2,8 milioni, avendo speso solo per il terzino De Silvestri e poco altro. Nel frattempo l’organico è stato rinforzato col ritorno di Poli dall’Inter (era in prestito e i nerazzurri non l’hanno riscattato), Maxi Lopez dal Catania, Estigarribia e Maresca. Tutti in prestito o a parametro zero. Complimenti al diesse Sensibile che nei due anni precedenti aveva colto altrettante promozioni in A con il Novara e con la stessa Samp.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...