Allegri l’eroe s’immola per salvare Guidolin

Vita grama quella degli allenatori. Come fanno sbagliano, salvo poche eccezioni. Oggi possono giustamente sorridere per le imprese delle loro squadre lo juventino Conte, che con il Chievo ha riscoperto definitivamente Quagliarella allungando sulle rivali; Serse Cosmi, che con il Siena ha sbancato il Meazza (così fan tutti ormai); e Francesco Guidolin che battendo il Milan ha salvato l’Udinese dalla crisi e la sua panchina dall’esonero. Un sorriso a metà ce l’ha Ferrara per il pareggio interno contro il Torino, ma va detto che la sua Sampdoria, una matricola, con Juve e Napoli è l’unica ancora imbattuta.

 In compenso non sa più che espressione mostrare Max Allegri, visto che il suo Milan non ne azzecca una. Il volto terreo di Galliani e Braida in tribuna valeva molto più del comunicato di conferma per sette giorni. Eppure stavolta il tecnico l’aveva studiata bene. Accusato di non avere gente dal gol facile, ha confermato El Shaarawy che aveva segnato le uniche due reti in A contro l’Udinese. Non può tradirmi avrà pensato. E infatti il ventenne faraone cresciuto nel Genoa ha siglato. Peccato che oltre al solito Di Natale, con Abbiati  a farfalle l’Udinese abbia trovato il jolly dello svedese nero Ranegie. Anche dalla Guadalupa (terra d’orgine del lunghissimo centravanti) dovevano venire a rompere… avrà pensato Max.

C’è poi la categoria di quelli che hanno fatto le cose per benino ma alla fine hanno perso. Stramaccioni ha messo in panchina Zanetti perché a 39 anni bisogna riguardarsi, e tra coppe e campionato non poteva giocare 4 gare in 10 giorni. Idem dicasi per Petkovic che ha risparmiato Klose per quasi tutta la gara perdendo l’imbattibilità della Lazio contro il Genoa.

Mazzarri non può gioire perché ha perso la vetta della classifica pareggiando a Catania con l’uomo in più per quasi tutta la gara. E infine Gasperini che all’esordio sulla panchina del Palermo le ha prese nel finale a Bergamo.  

Credo però che fra i gaudenti ci sia anche Ficcadenti, seppur rimasto al palo. Il gran casino creato dal suo presidente ha sviato le attenzioni sul suo possibile esonero. Un’altra settimana guadagnata. Sarà mica d’accordo col prefetto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...