Il Cagliari ha fatto 9: sono i ko consecutivi in casa Milan. Che ci va a fare?

Non so se le sei conclusioni verso la porta di Abbiati siano da considerarsi un’attenuante o un’aggravante per il Cagliari. Alcune tra l’altro davvero pericolose. Non riesco a fare mai un quadro esatto quando i rossoblù affrontano il Milan, perché quella dannata statistica mi frulla sempre per la testa. E ogni volta che si aggiorna è sempre più incredibile. Ma come può una squadra della stessa categoria (fino a prova contraria giocano entrambe in serie A) prenderle sistematicamente? Nelle ultime 9 uscite al Meazza (cioè da quando è tornato nella massima serie) il Cagliari non ha raccolto lo straccio di un punto sui 27 in palio, lasciandoli tutti ai rossoneri. Ha segnato 6 gol per subirne 22. Se ci provassero Pabillonis e Tisiennari non potrebbero far peggio. Peccato, perché un avversario così malmesso sarà difficile ritrovarlo. Nonostante la squadra di Ficcadenti abbia impiegato venti minuti buoni per capire che l’arbitro aveva fischiato l’inizio (e nel frattempo era già sotto di un gol). Ma poi per lunghi tratti ha destato una migliore impressione sfiorando la segnatura con Thiago, Ibarbo, lo stesso Pinilla che oggi sembrava voler condurre una battaglia tutta sua contro il resto del mondo.

A far la differenza è stato il Faraone, ovvero il giovane italo-egiziano El Shaarawy che ha sistemato le cose tranquillizzando momentaneamente Allegri con due golletti all’inizio e alla fine del match. Ne ha segnati 5 in tutto da quando gioca in A: 3 all’Udinese e ora 2 al Cagliari. Per par condicio mi sarei aspettato la tripletta, ma credo sia rimasto ugualmente soddisfatto.

 Verso metà ripresa avremmo voluto fare a meno di vedere la sciocca espulsione di Conti che nel giro di un paio di minuti ha rimediato prima un giallo per un buffetto a Pazzini e poi il rosso per una gomitata allo stesso. Voleva vendicarsi per un fallo precedente del rossonero su Rossettini, ma ha fatto la figura di uno sbarbato alle prime armi. Lui e Cossu, i più titolati in casa rossoblù, per un motivo o per l’altro sembrano darsi il cambio per marcare visita in questo inizio di stagione. Sarà durissima domenica contro il Pescara, se mancheranno entrambi, perchè la classifica dice che i rossoblù sono terz’ultimi, sopravanzati persino dagli abruzzesi. Partita da vincere a tutti i costi. Anche perché sennò Ficcadenti tornerà a casa sua, a Fermo, dove starà… fermo sino alla fine del campionato.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Il Cagliari ha fatto 9: sono i ko consecutivi in casa Milan. Che ci va a fare?

  1. Perdere con un Milan così malridotto è davvero mortificante. Farsi espellere per due stupidaggini ( entrambe da ammonizione) è da inguaribili sciocchi. Pensare che domenica, contro il Pescara, si vincerà certamente significa convincersi che contro gli abruzzesi sarà una passeggiata. Detto questo aggiungo: col Milan non si doveva perdere ed invece si è perduto per disattenzioni della difesa; per quanto riguarda il gioco il Cagliari non è stato inferiore ai rossoneri.
    Conti non può continuare a prendere tante ammonizioni col rischio di subire espulsioni e squalifiche: deve darsi una calmata. Illuderasi che contro il Pescara risulterà tutto facile è opericoloso due volte: perché così non sarà e perché in campo si dovrà andare con tanta voglia di lottare e l’umiltà che deve avere una squadra penultima in classifica. I tifosi, c’è da augurarsi, faranno il resto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...