Pagelline rossoblù 3

Agazzi 5.5

Con un po’ di fortuna salva su Pazzini, con un po’ di sfortuna (soprattutto del Cagliari che ce l’ha fra i pali) si fa cogliere in controtempo sul primo gol, mentre sul secondo resta a guardare. Visto che a beffarlo è sempre El Shaarawy, detto il Faraone, sarà stata la maledizione di Tutankhamon? Perché a lui poi, non è dato sapere. Ma del resto come dice quel tale quando sente parlare di disgrazie, meglio a lui che a noi.

Perico 5,5

Una delle tragiche conseguenze dell’inconsistenza e dell’impalpabilità di Avelar (ma esiste davvero o ce l’hanno fatto credere?) è che con l’utilizzo di Pisano a sinistra questo signore deve giocare titolare. Finchè fa il tappabuchi va bene, quando però apre voragini la faccenda si fa più seria.

Rossettini 5

Un brusco ritorno al passato dopo i timidi progressi palesati contro la Roma (nessuna obiezione? Volevo vedere se eravate attenti). Massì, contro il Palermo.

Astori 5,5

Dalla Russia con furore restituiteci il difensore. Questo sembra il cugino per niente portato a fare sport.

Pisano 5,5

Da buon livornese Allegri avrà pensato: meglio un morto in casa che un pisano all’uscio. Ma poi vedendolo giocare si è tranquillizzato.

Dessena 5

Cosa gli hanno fatto? Alla prima esperienza in rossoblù sembrava promettente, poi da quando è tornato ha dimenticato completamente la tecnica. Come diceva una pubblicità dei miei tempi: il primo sorso affascina, il solito frega…

Conti 4

Fino all’espulsione era stato tra i migliori nonostante la pennichella iniziale, poi ha consegnato la vittoria ai rossoneri con quasi mezz’ora di anticipo. Alla fine l’hanno aspettato inutilmente sul bus, ma già avrebbero dovuto sapere che con lo 0-2 i Conti non tornano.

Nainggolan 6,5

L’unico che si salvi. Gioca con gagliardia dal fischio iniziale a quello finale. Altro che Traorè e Traminutì!

Ibarbo 5,5

Ogni tanto si sveglia, ma va a intermittenza. E non capisce che doveva andare casomai a milanmittenza. O da sua Emittenza.

Thiago Ribeiro 5

Immaginate la scena di un gruppo di amici seduti sotto l’ombrellone che si danno appuntamento per far “due tiri” quando cala il sole. Bene, lui li prende in parola e si presenta in campo. Fa due tiri (di cui uno pure bello) e poi esce.

Pinilla 5

Un paio di conclusioni lunari (nel senso dell’altezza) in contrapposizione ad un rendimento terra terra. Trovi l’equilibrio per favore.

Sau 5,5

Ficcadenti ha le sue manie. Una di queste è quella di far giocare sempre Thiago Ribeiro, sia che piova acqua dal cielo, sia che piovano insulti dagli spalti. Ma il ragazzo di Tonara se ne fa una ragione e si adegua anche lui al tran tran.

Ekdal sv

Altra manìa di Ficcadenti: lo svedese quando è possibile deve stare in panchina. Meglio Dessena. Fortuna che siamo agli sgoccioli.

Nenè sv

Ormai si occupa solo delle punizioni. Solo che se continua a calciarle così dovrà attendersi anche quelle corporali.

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Pagelline rossoblù 3

  1. Eccomi di nuovo ! di ritorno dalla Budersliga.
    Questa volta per far vincere questo Milan scalcagnato, i ns. eroi (compreso Ficcadenti), si sono dovuti impegnare di più : hanno dovuto assumere un sonnifero, il cui effetto è durato solo
    20/25 minuti, hanno tentato tiri in porta da posizioni improponibili, hanno provato a giocare
    in 10, ma (come diceva il buon Giovanni Savigni)
    “si gioca meglio in dieci”, alla fine esasperati pur
    di aiutare questo povero Milan, Ficcadenti ha sostituito Ibarbo; c’era il rischio che si ricordasse Catania e segnasse di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...