Ma allora questo calcio italiano non è poi così malmesso

Beh, se tanto mi da tanto questo bistrattato calcio italiano non è così malmesso. L’ultimo turno europeo tra Champions ed Europa League ha portato quattro vittorie un pareggio e una sola sconfitta, quella indigesta del Napoli che merita evidentemente un discorso a parte. Detto ieri del grn colpo del Milan e del pareggio fortunato della Juve di martedì, il giovedì calcistico ci ha regalato una prestazione seria della Lazio, vittoriosa di misura sul Maribor; L’ennesimo trionfo interista fuori casa; l’exploit dell’Udinese a Liverpool e il crollo dei napoletani in casa Van Bommel con gli olandesi del Psv.

L’apertura spetta all’Inter perché sei vittorie su sei lontano dal Meazza cominciano ad essere tante. E’ pur vero che il Neftchi non vale granchè, ma piace il modo con cui Stramaccioni riesce a coniugare i risultati con la maturazione dei giovani. L’ex cesenate Livaja ha già segnato il secondo gol nella manifestazione; Obi è tornato dopo il lungo infortunio e ha messo lo zampino anche lui segnando un gol; ma soprattutto Coutinho continua a meravigliare perché non sbaglia un colpo dall’inizio della stagione. E questo accresce il rimpianto per essere rimasto in una squadra che annovera nello stesso ruolo (o giù di lì) Sneijder e Cassano. Che un brasiliano di 20 anni, per giunta mezzapunta, potesse trovare tanta continuità era difficile prevederlo.

L’Udinese vince ad Anfield Road ma a ben vedere le sconfitte del Liverpool in casa con le italiane sono una piacevole consuetudine. Cominciò il Genoa di Osvaldo Bagnoli che vinse 2-1 con doppietta di Pato Aguilera e partita della vita del portiere Braglia, un taciturno come pochi che per contrappasso era nato a Ponte Chiasso. Poi replicarono Roma e Fiorentina prima dei friulani che hanno sfoderato il Di Natale dei giorni migliori. Nella Lazio di Petkovic concede il bis il brasiliano Ederson, mentre il Napoli rimedia una figuraccia ad Eindhoven. Evidentemente Mazzarri col turn over ha un conto in sospeso: l’anno scorso la sua squadra crollò sia in campionato che in Champions perché ne faceva poco, ora succede l’esatto contrario. Ma una via di mezzo no?

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Ma allora questo calcio italiano non è poi così malmesso

  1. Indubbiamente niente male; anzi, direi molto bene se non fosse per quel Napoli che ha finito l’incontro battuto e con ben otto giocatori ammoniti. Troppo nervosismo, troppi falli inutili, troppe difficoltà un po’ in tutti i reparti. Ora Mazzarri dovrà correre ai ripari lasciando perdere certe sirene che danno il Napoli tra le candidate alla conquista dello scudetto. A meno che il vervosismo non sia stato causato dalla visita della Guardia di finanza nella sede della Società. Per carità, sarà tutto in ordine, ma, sai qualche errore è sempre possibile.

  2. Una via di mezzo nel turn-over sarebbe stata senz’altro una scelta più azzeccata, tenendo conto anche della forza dell’avversario. Anche se personalmente io credo che cambiare 10 giocatori, anche se giochi contro la squadra dell’oratorio, sia controproducente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...