Chiamate Italia 3-1,3-1 con Prandelli novello Cavallina

Chiamate Italia 3-1, 3-1. Dopo l’Armenia anche la Danimarca subisce lo stesso trattamento e con Cesare Prandelli novello Paolo Cavallina (giornalista del telegiornale Rai negli anni Srettanta e conduttore della fortunata tramissione radiofonica “Chiamate Roma 3-1, 3-1) gli azzurri compiono un doppio passo importante se non decisivo per la qualificazione ai Mondiali del 2014 in Brasile.

Nonostante i fucili sempre puntati quando c’è di mezzo la nazionale, questa settimana dedicata agli incontri della nostra rappresentativa è stata quantomai proficua. Un po’ perché avversari facili in giro non se ne vedono più, quindi perché i due incontrati non facevano esattamente parte dell’ultima fascia come si sarebbe voluto far credere. Armenia e Danimarca sono due formazioni rognose da affrontare e averle domate con tre reti sul groppone non è cosa da poco. Stavolta Montolivo non ha tergiversato e quando ha avuto la palla buona ha tirato facendo un gran gol e  togliendoci le castgane dal fuoco. Balotelli ha fatto incavolare solo gli avversari e gli osservatori di casa nostra troppo perbenisti che si trovano puntualmente a mal partito quando devono lodare le imprese dei cosiddetti discoli. Il fatto che poi Balo si sia trovato benissimo quando è stato espulso Osvaldo e che abbia saputo far reparto da solo non mi meraviglia. E’ sempre stato uno che vuole risolvere le partite da solo, in queste occasioni addirittura si esalta perché non ha compagni in mezzo ai piedi con cui dividere gli spazi.

Detto che De Rossi non avrebbe potuto chiedere di più alla sua personale battaglia con Zeman (due gol in due partite manco fosse un bomber), continuo a domandarmi che senso abbia avuto per la Juve l’acquisto di Bendtner. Certo, non c’era bisogno di questa gara per averne una riprova, ma se di fronte a 45mila cross, l’unica maniera per esaltarlo, non è stato in grado di sfruttarne uno, questo lungagnone è davero poca cosa a certi livelli. In quanto a Morten Olsen e alle sue battutacce al vetriolo su ladri e affini, pensi a far bene il suo lavoro. La sua squadra ha un gioco noioso esattamente come lo era il suo, quando da libero non faceva altro che perdere tempo con continui retropassaggi al portiere. E poi cos’è questa storia che fa il Ct da dodici anni. Non lo sanno i danesi che Morten un Olsen se ne fa un altro?

Annunci

10 Pensieri su &Idquo;Chiamate Italia 3-1,3-1 con Prandelli novello Cavallina

  1. Ieri è stata una partita convincente della nostra nazionale…..Pirlo credo sia da pallone d’oro ( se non fosse che Messi e Ronaldo sono di un altro pianeta). Bene Balotelli che finalmente ha giocato anche per la squadra dettando passaggi e regalando assist. Se De Rossi è vero che non si allena e sforna prestazioni del genere, proverei a tenere a riposo tutti i giocatori della Roma….

    Forza Azzurri.

  2. Giocare un tempo esatto con un uomo in meno poteva creare non pochi problemi, ed invece gli azzurri se la sono cavata benissimo. E c’era stato, alla vigilia, il tormentone Buffon gioca o non gioca ? con il rischio di creare problemi non soltanto a de Sanctis, che doveva sostituirlo, ma all’intera squadra. Come, il nostro capitano ci lascia proprio quando rischiamo la qualificazione mondiale ? E’ invece andato tutto bene: De Sanctis si è comportato benissimo ( sul gol davvero non poteva farci nulla) ), tutti gli altri si sono battuti da leoni ( finalmente un difensore esterno – Abate -che scende fino all’altezza della bandierina per effettuare il cross, a Pirlo pare non pesi l’età, De Rossi continua a rispondere a distanza al suo allenatore. Detto questo non resta che augurare a Buffon di rimettersi molto presto ed alle malelingue di non vedere sempre e comunque dei complotti.

  3. Direi che è stata un’ottima partita da parte di tutti. Speriamo che Balotelli rimanga così, col sorriso e sereno, che si carichi la squadra sulle spalle e si prenda delle responsabiità. Così facendo si prenderà grandi soddisfazioni.

    • Su Balo ho un’idea diversa. Secondo me più che l’importanza della partita o la fantastica accoglienza ricevuta dai milanesi ha trovato gli stimoli dalla vecchia ruggine accumulata nei precedenti con Agger del Liverpool. Ogni volta che faceva una bella giocata lo guardava come dirgli: visto?

  4. Condivido il buon giudizio sulla prestazione di ieri degli azzurri: Balotelli in grande giornata, per se stesso e per la squadra, De Rossi, ed in generale tutto il reparto avanzato, in ottima evidenza, Pirlo apparentemente nascosto ma non troppo da non tirare fuori qualche coniglio dal cilindro. Mi resta solo un tantino di perplessita’ circa la prova generale della nostra difesa, Come dice nanni la Danimarca e’ forse meglio di quanto si possa pensare ma una squadra piu’ smaliziata avrebbe forse potuto farci un po male. Mi pare che in difesa siano mancate le giuste sovrapposizioni in alcuni frangenti. Comunque bene Italia, andiamo avanti cosi’.

    • Concordo. Barzagli e ancor più Chiellini non mi hanno convinto, considerato che Bonucci l’altra volta fu tra i peggiori devo dare atto a Conte di aver organizzato un meccanismo perfetto nella Juve per mascherare le manchevoleze dei suoi difensori.

  5. Sono d’accordo con l’amico Nanni: di squadre di bassissimo rilievo, come lo era il Lussemburgo negli anni Settanta (tanto per citare un esempio di avversaria che, puntualmente, gli azzurri sommergevano di gol), non se ne vedono più. Anche il 6-1 subìto dall’Irlanda contro la Germania, se non addirittura il 4-0 che la Spagna ha inflitto all’Italia nella recente finale degli Europei, sono più fatti sporadici che altro. L’organizzazione di gioco, e spesso le qualità fisiche e atletiche, permettono a molte rappresentative nazionali di limitare il gap e, talvolta, di sfruttare al meglio la giornata no del più blasonato avversario di turno. Il girone che è capitato all’Italia, a dispetto dei commenti di alcuni giornalisti sportivi che vanno per la maggiore nel nostro Paese, non è così facile come sostenevano. Una volta tanto, mi sento di poter dire che il ct Prandelli non fa esercizio di pura retorica, quando parla di avversari tosti e partite da giocare tutte con grande intensità e concentrazione. Quando lo comprenderanno i soloni del calcio, sarà troppo tardi.

  6. Concordo, è stata una buonissima partita dell’Italia, che non ho visto male neppure contro l’Armenia (che qualcuno giudica debole senza averla vista nemmeno giocare).
    Pirlo è da pallone d’oro e se non arrivasse nemmeno tra i primi 5 sarebbe un vero torto.
    Paradossalmente giocare tutto il 2° tempo in 10 è servito a mettere alla prova Balotelli che ha giocato alla grande e per la squadra, direi che merita una promozione a pieni voti.
    Molto bene De Sanctis (anche se come ho già scritto avrei dato una chance a Sirigu), bene Balzaretti e Barzagli, ottimo De Rossi.
    Non mi è piaciuto Chiellini il quale continua a commettere errori francamente inaccettabili anche a livelli più bassi, concedere falli banali dal limite come ieri può costare carissimo contro squadre che annoverano specialisti sui calci piazzati.
    Direi che si può guardare al futuro con ottimismo, anche considerando che qualcuno della U21 potrebbe tranquillamente far parte della rosa 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...