Giusto per ricordarlo al momento delle scelte: Sau è l’unico attaccante del Cagliari andato in gol su azione

Il ritorno al gol di Nenè contro il Torino e soprattutto la sua buona prestazione offrono lo spunto per valutare un po’ più da vicino il reparto offensivo del Cagliari. Finora il giocatore più impiegato è stato Ibarbo (6 presenze su 6 e 394 minuti in campo), che secondo me non è un attaccante bensì un tornante fortissimo ma di fatto viene schierato come seconda punta. Il colombiano può seriamente aspirare a ricalcare le orme del Nenè dello scudetto (o per meglio dire quello degli anni precedenti, giacché nella stagione del tricolore cedette il ruolo a Domenghini), anche perché spostato al ruolo di attaccante inevitabilmente soffre.

E’ curioso notare rispetto all’anno scorso il crollo verticale avuto da Pinilla, autore finora di un solo gol (su rigore) in 4 partite quasi intere (349’). Anche Nenè ha segnato in 1 gol su rigore in 4 presenze, ma con circa un terzo dei minuti a disposizione (122’). Considerato che quella sciagura di Thiago Ribeiro i gol li ha visti solo in tv giocando 5 partite, ancora una volta viene dimostrato che l’attaccante più prolifico del Cagliari è Marco Sau, l’unico del ruolo andato in gol su azione con appena 129 minuti giocati. Questo lo dico giusto come memorandum ai tecnici Lopez e Pulga che prima non c’erano, ovvero al presidente Cellino che c’è sempre stato.

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Giusto per ricordarlo al momento delle scelte: Sau è l’unico attaccante del Cagliari andato in gol su azione

  1. Non “bruciamo” Sau! Se il Dinamico Duo (Lopez-Pulga) decide che deve giocare titolare bene ma se al contrario lo mettono in panchina va meglio. Deve fare esperienza in A. Sarebbe visto come salvatore della patria, potrebbe avere troppe responsabilità e il pubblico di Cagliari potrebbe rapidamente diventare insofferente ai suoi primi errori. Ci sono altri attaccanti (escluso Larry) che possono partire titolari e comunque le possibilità che subentri a partita in corso sono alte. D’altra parte sono convinto che ormai in A le partite si giochino almeno in 13/14 e avere gente valida in panca è importante. Morale: attualmente non bisogna avere fretta poi potrà diventare titolare.

  2. Purché, a forza di andare cauti, non venga cauterizzato in panchina ( nel senso di bruciato). Sau va certamente aiutato a crescere, ma non dimenticato e, appunto, bruciato a scopo terapeutico. Piuttosto diciamo che Lopez e Pulga dovranno studiare come impiegarlo e quindi “inventarsi” soluzioni che facilitino il suo inserimento. Se in serie B Sau ha segnato tanto, continuerà certamente a segnare anche in serie A, magari senza la continiità di una volta, ma le probabilità che faccia meglio di tutti gli attuali attaccanti -a parità di minuti giocati – non sono poche. Su Ibarbo ha ragione Nanni: è chiaramente un tornante che può diventare devastante. Su questo Cagliari, in sostanza, Lopez e Pulga possono lavorare bene e ottenere buoni risultati dalla trequarti in su. Qualche problema esiste in difesa, e in questo reparto ci vorrà molto impegno da parte di tutti (compresa la proprietà se si rendesse necessario qualche acquisto).

  3. Marco Sau a giorni compie 25 anni, il treno lo deve prendere ora… speriamo lo facciano giocare e che riesca a dimostrare di meritare la serie A. In bocca al lupo!!!

  4. Concordo con Maurizio…Sau calcisticamente parlando non è esattamente un ragazzino…deve giocare ora, non è possibile che thiago ribeiro gli passi davanti…misteri del cagliari..

  5. Scusate la mia lunga assenza,ero in missione segreta e non potevo scrivere.
    Ho visto la prima volta Sau,contro l’Atalanta e mi ha impressionato per la forza fisica e la buona tecnica e sopratutto per il fiuto del gol che mi ha ricordato Boninba o Piras,con piu’ classe e tecnica.Ha ragione Boi ,bisognerebbe vedere Ibarbo sulla destra ,con Sau che spazia sulla sinistra verso il centro come S.M. NEGLI ANNI BELLI DEL CALCIO CAGLIARITANO.
    FORSE MI STO DESTANDO DA UN SOGNO!
    J.B.SALUTI BOND

  6. Sau dentro subito….e che dia tutto quello che ha….C’e’ poco da stare cauti…tanti al posto suo stanno giocando giocatori che il goal non lo conoscono o quasi….
    Sau titolare da domenica!

  7. Vogliamo vedere Sau in campo fin dall’inizio, anche per capire subito, adesso, quali sono le sue potenzialità. Inutile attendere quando, magari, il campionato si è fatto difficile per il Cagliari. Sau deve dirci quanto vale; se vale più di Pinilla, Nenè, Larrivey e Thiago Ribeiro, deve assolutamente giocare. Senza pretendere che diventi subito un Charles o un Nordhal. La coppia Cossu – Sau potrebbe essere la novità del Cagliari 2012-2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...