Cagliari, nel giorno del tris Dessena svela chi comanda in panchina: “Diego è uno di noi”

Quando vinci tre volte di seguito ti senti giustamente imbattibile e il migliore. Soprattutto se non ci eri abituato. Il Cagliari, gongola, dalle zone basse ha fatto salti tripli e quadrupli risalendo la classifica sino all’anticamera delle zone nobili. Chi l’avrebbe mai detto che sarebbe bastato l’esonero di Ficcadenti e l’esclusione del trio d’attacco più valido (Cossu,Pinilla,Sau) per ottenere tutto questo. Il calcio è davvero strano, ma stavolta voglio dare la precedenza a Dessena per elogiarlo, e non solo per il gol decisivo e per la bella prova. Mi è piaciuta la sua genuinità sia nell’esultanza sfrenata che nelle dichiarazioni del dopo gara. Al diavolo gli atteggiamenti falsi, col giocatore che segna alla ex squadra e non esulta per rispetto dei vecchi tifosi (e i nuovi dove li mettiamo?). Ben vengano gli abbracci, le capriole il viso felice e non contrito. Abbasso l’ipocrisia.

E quando poi il telecronista gli ha chiesto cos’era cambiato dall’arrivo di Pulga e Lopez, il nostro uomo partita ha rifiutato anche la seconda ipocrisia, quella che continua a far indicare due nomi per l’allenatore  solo per evitare le squalifiche del settore federale. “Diego è uno di noi” ha tagliato corto Dessena, e non perché Pulga non lo sia, evidentemente, ma perché è ora di dire le cose come stanno (anche se la teoria della supervisione di Cellino me la tengo, e se continua così va a finire che gli dovranno dare anche il Seminatore d’oro. Scherzo, sennò poi si monta la testa).

 Spiegare da un punto di vista tecnico il triplo exploit del Cagliari, confesso, non mi è facile. Non vorrei dire che è solo un caso perchè sarebbe ingeneroso, però grandi segreti non ne vedo, oltre ad una unità di intenti che sicuramente prima non c’era. Un po’ ha sicuramente influito il valore non eccelso degli avversari, ma è lo stesso Torino che così bene aveva iniziato la stagione ed è la stessa Samp che stazionava nella zona scudetto (il Bologna no, quello è sempre stato da B eccetto il giorno del suicidio della Roma). E poi sono pari grado del Cagliari, quindi il discorso non quaglia. E’ anche vero che quando vedi Agazzi imbattuto in queste tre giornate nonostante qualche errore clamoroso, capisci che anche il destino ci abbia messo del suo. Poco importa, il Cagliari ha fatto filotto e quasi quasi viene da imprecare per il turno infrasettimanale. Sarebbe stata una settimana piacevolissima da trascorrere.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Cagliari, nel giorno del tris Dessena svela chi comanda in panchina: “Diego è uno di noi”

  1. Al tris di vittorie ha contribuito senz’altro la compattezza della squadra che concede davvero poco o nulla e gioca con estrema calma, speriamo di poter festeggiare il poker già da mercoledì..oggi ho visto un ottimo Ariaudo, non male neppure Astori anche se ad inizio partita ha commesso troppi falli,oltre Dessena sempre benissimo Ekdal e Naningolann che corrono anche per Conti..Nenè si è sacrificato molto.
    Abulico come sempre El Diablo, noto con dispiacere una involuzione di Ibarbo che ormai da qualche partita gli avversari disinnescano puntualmente e con apparente facilità.
    Piuttosto lancio un quesito: ma quando Cossu e Pinilla torneranno disponibili dai misteriosi infortuni chi dovrà fare loro posto?Per carità avercene problemi del genere ma se per Pinilla è più semplice la risposta per Cossu lo è molto meno…

  2. E’ evidente che l’ingenua ma apprezzabile confessione di Dessena non svela niente di particolare: è Lopez il vero sostituto di Ficcadenti, mentre Pulga – sempre in piedi – è un buon dirigente d’orchestra. E’ comunque una coppia affiatata ( finché dura …). Ma l’affermazione di Dessena non ha nessun valore di ufficialità, e pertanto è da escludere un intervento dell’Associazione allenatori. Del resto, l’organizzazione guidata da Renzo Ulivieri può ritenersi soddisfatta : dopo otto giornate sono già cambiate cinque panchine ( quindi ci sono altrettanti allenatori in meno disoccupati) e forse già oggi o domani potrebbero saltarne delle altre. Di Ibarbo è stato già detto: è chiaramente un tornante, e rende la metà se costretto a muoversi nella zona presieduta da due -tre e perfino quattro difensori. Infine, per quanto riguarda il rientro di Pinilla e Cossu, certamente Lopez, anzi, Pulga, dovrà ridisegnare il centrocampo.E’ molto probabile che, alla fine, oltre a Nenè, ad uscire sarà Ekdal (difficile che resti fuori il Dessena visto a Marassi). Poi , con tante partite così ravvicinate, ci sarà spazio per tutti, compreso Sau. Ho l’impressione, però, che Lopez e Pulga non abbiano molta fiducia nell’ultimo arrivato. Ripeto: ultimo arrivato in rossoblu.

  3. Al di là delle tante cose che in passato sono state scritte sulla “rosa” del Cagliari e che oggi dobbiamo in parte rivedere, resta il fatto che il Cagliari, con Lopez e Pulga in panchina, ha vinto tre volte su tre ( due in trasferta) e si trova a undici punti benché sia la squadra che, con Pescara e Palermo, ha segnato di meno (appena sei reti). Un miracolo ? Nel calcio non credo che esistano, ma è certo che con Ficcadenti questi stessi giocatori rendevano molto meno ( e non solo in fatto di risultati). Dobbiamo inoltre ricordare che il Cagliari ha giocato non nove, ma soltanto otto partite per la dabbenaggine di chi aveva il dovere di restare zitto e adeguarsi alle disposizioni arrivate da chi ha l’obbligo di far rispettare le regole ( che non sono quelle del calcio giocato). Vediamo ora che cosa accadrà mercoledi sera col Siena.

  4. sono pienamente d’accordo con te Nanni, e mi compiacio con Dessena che ha avuto il buon senso di dire le cose come stanno e non trincerarsi dietro le solite frasi trite e ritrite che fanno dei calciatori dei “minus” senza cervello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...