I 9 punti di Cosmi a Siena sono già un mezzo miracolo

E’ultimo in classifica ma chiaramente non lo merita il Siena di Serse Cosmi che sul campo ha conquistato 9 punti in altrettante gare. E’ stata l’ultima formazione a far fessa l’Inter vincendo 2-0 al Meazza, ma finora quel risultato è stato anche l’unico positivo ottenuto in trasferta, dove per il resto ha sempre perso 2-1 contro Sampdoria, Lazio e Atalanta.

 L’allenatore umbro peraltro deve fare i conti con una rosa non precisamente di primo piano. Pegolo dopo il bel finale della passata stagione gioca per la prima volta titolare in A a 31 anni; il brasiliano Felipe, che contro il Cagliari potrebbe andare in panchina, era ormai sette campionati che non giocava più titolare dopo essersi messo in mostra giovanissimo nell’Udinese. Paci l’anno scorso è retrocesso col Novara prendendo parte attiva al naufragio generale; il centrocampista Angelo gioca in Italia da otto stagioni ma non si è ancora capito perché. Bolzoni è un altro che per colpa degli infortuni ha passato oltre la metà della sua carriera in infermeria. Capitan Vergassola al decimo anno a Siena, comincia a sentire il peso delle 36 primavere, e Ze Eduardo “Love” se non fosse stato per la settimana di prova col Milan non se lo ricorderebbe nessuno, nonostante la coppa Libertadores conquistata col Santos.

Vista così la situazione, sembra già un miracolo che Cosmi abbia ottenuto tutti quei punti. Del resto la classifica spinge il Siena all’ultimo posto per via di una penalizzazione di 6 punti e vedere la quota salvezza lontana quattro lunghezze non aiuta.

I giocatori migliori sono il solito Calaiò (45 gol in Toscana in 4 stagioni e… 9 partite); il difensore portoghese Neto, che Cosmi definisce la più bella rivelazione della squadra, e il ritrovato Reginaldo, domenica scorsa tornato al gol dopo l’esperienza in Giappone con il Jeff United. Singolare fra le altre, l’esperienza di Sestu, figlio di genitori sardi, che in Sardegna ha sempre giocato solo da avversario. Titolare con Conte due anni fa nell’anno della promozione, l’anno scorso giocò quasi nulla con Sannino. Quest’anno invece ha ritrovato spazio regolarmente sempre seppur part time. Ma nella rosa del Siena l’elemento sicuramente più dotato tecnicamente è il centrocampista Verre (1994) finora utilizzato 4 volte. Di proprietà della Roma e destinato a tornarvi, meriterebbe più spazio visto che non si vedono in giro marziani.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;I 9 punti di Cosmi a Siena sono già un mezzo miracolo

  1. Cosmi è un allenatore snobbato dalle medie-grandi….A me non dispiace. Ricordo a Udine una sua esperienza positiva. Il Siena è una squadra che ha più di un giovane interessante. Se lasciano lavorare il mister potrebbe salvarsi anche con qualche giornata di anticipo.

  2. La pagnotta, Cosmi, se l’è meritata allenando squadre che naturalmente non potevano puntare allo scudetto ma, al massimo, ad una salvezza senza tanti patemi. Ecco perché, come sottolinea Andrea, è un allenatore da ammirare. Ma i presidenti di molti clubs italiani preferiscono il tecnico straniero per poi cacciarlo appena possibile. Il Siena, dopo nove partite giocate, avrebbe nove punti in classifica se non fosse per quei sei di penalizzazione che peseranno non poco nel cammino verso la permanenza in serie A. Attento, Cagliari ! La squadra toscana va affrontata con grande determinazione, specie in difesa. In fondo, Calaiò e compagni hanno realizzato nove reti ( tre più Cagliari) e subito una rete meno dei rossoblu ( 10 a 11).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...