Cagliari: prima di Pulga e Lopez solo Scopigno (3 volte) e Allegri (2) avevano centrato il poker di vittorie

Quello di ieri contro il Siena è il sesto poker di vittorie consecutive centrato dal Cagliari nei suoi 34 campionati in serie A. E’ bene precisare che non si tratta del record assoluto, come vedremo in altra occasione. Manlio Scopigno centrò la serie d’oro per ben tre volte: nel 68-69, nel 69-70 e nel 71-72. Un po’ a sopresa, con il filosofo  e prima di Pulga e Lopez, l’impresa è riuscita solo a  Massimiliano Allegri, per due volte, sia nel 2008-09 che l’anno successivo.

Ma andiamo con ordine. Nel campionato 68-69, forse addirittura più bello dal punto di vista della spettacolarità di quello successivo che portò il tricolore, il Cagliari tra la quinta e l’ottava giornata di campionato volò solo in testa alla classifica vincendo di seguito contro il Vicenza per 3-0, a Torino per 2-1 contro la Juve, a Roma contro i giallorossi per 4-1 e in casa con il Toro 1-0. Successi esaltanti per vari motivi. Contro il Vicenza di Tumburus segnò una doppietta Boninsegna e chiuse i conti un’autorete di Calosi. Al Comunale di Torino giunse il primo e fino a pochi anni fa unico successo in casa bianconera in campionato (ci fu anche quello storico in Coppa Uefa) con Riva e Boninsegna che annullarono il vantaggio iniziale di Haller. Sette giorni dopo aver sistemato Heriberto Herrera detto HH2, fu il turno di Helenio Herrera, ovvero HH1, la cui Roma venne umiliata 4-1 all’Olimpico con doppiette di Riva e Brugnera (allora 22enne, alla prima stagione nel Cagliari che giocò alla grande con 30 partite su 30 e 6 reti). Quindi il soffertissimo successo col Torino al 91’ contrassegnato da un gol di testa di Riva finito anche lui in porta col pallone, con una capriola. Quella vittoria, giunta in concomitanza con il gol del bolognese Mujesan che stese il Milan, ridiede il primato al Cagliari che lo tenne per ben 14 giornate prima di cederlo alla Fiorentina.

La rivincita arrivò l’anno dopo, nel  69-70, quando le quattro vittorie consecutive ottenute tra la seconda e la quinta giornata consentirono al Cagliari di riprendersi il primo posto proprio ai danni della Fiorentina e di non cederlo più sino alla fine. 2-1 al Vicenza all’Amsicora con Domenghini e Riva che fecero il replay sette giorni dopo a Brescia (2-0); in assenza del bomber è Brugnera a segnare  contro la Lazio (1-0); e quindi è proprio Riva a siglare il rigore decisivo a Firenze con Lo Bello che annullò nel finale il pareggio di Chiarugi.

Due anni dopo nel 71-72 il poker contro Roma, Inter, Fiorentina e Vicenza tra la 23esima e la 26esima. Riva non perde un colpo segnando in tutte e quattro le partite, compreso l’anticipo con l’Inter giocato di sabato perché i nerazzurri quattro giorni dopo erano impegnati nella semifinale di andata di Coppa Campioni con il Celtic. 1-0 alla Roma, 2-1 ai nerazzurri (Boninsegna e Brugnera gli altri marcatori); 1-0 a Firenze e solito 3-0 al Vicenza con Gori e l’immancabile autorete a completare il bottino. Quella sfilza di successi portò il Cagliari a un punto dalla vetta a quattro turni dalla fine, ma il successivo pareggio interno col Varese e il ko di Torino con la Juve infransero i sogni dello scudetto bis.

E arriviamo così al 2008-09 con Allegri alla guida dei rossoblù. L’inizio è tragico, con 5 sconfitte su 5, ma la ripresa è arrivata già da diversi mesi quando tra la 19esima giornata e la 23esima il Cagliari centra quattro successi di fila che lo portano dal 13° al 7° posto in classifica. Si comincia con lo scavalcare l’Udinese, battuta 2-0 al Sant’Elia con reti Conti e Biondini nei primi 20’ di gioco. Quindi la vendetta nei cofronti della Lazio, ripagata all’Olimpico con lo stesso 4-1 subito all’andata. La doppietta di Jeda, Acquafresca su rigore e Matri annullano il gol iniziale di Rocchi. Arriva il Siena di Giampaolo e Acquafresca lo stende nel primo tempo, quindi il secondo (in campionato) storico successo a Torino con la Juventus per 3-2 con Biondini, Jeda e Matri capaci di battere Buffon e di vanificare il parziale di 2-1 per i padroni di casa. Alla fine il Cagliari con 53 punti si piazzerà nono.

L’anno dopo, 2009-10, c’è ancora Allegri (sino a 5 giornate dalla fine quando verrà sostituito dal duo Melis-Festa). Stavolta la rimonta parte quando la classifica è tutt’altro che rassicurante. Alla nona giornata il Cagliari è reduce dalla sconfitta di Catania e solo quattro formazioni lo seguono in graduatoria. Partendo ancora dal parziale di 1-2 batte in casa il Genoa per 3-2 (Biondini, Nenè su rigore e Lazzari); quindi espugna ancora il campo della Lazio per 1-0 (Matri) e rifila un secco 3-0 all’Atalanta (doppio Nenè e Matri dal dischetto). Sempre Matri, preceduto da Conti, segna nel 2-0 con la Samp. E’ l’anno in cui l’attaccante cresciuto nelle giovanili del Milan e ceduto poi alla Juventus segnerà per sette domeniche di fila eguagliando il primato di Gigi Riva. Il Cagliari grazie a quel poker risalirà all’ottavo posto, ma alla fine concluderà solo 14°.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Cagliari: prima di Pulga e Lopez solo Scopigno (3 volte) e Allegri (2) avevano centrato il poker di vittorie

  1. È interessante ricordare i bei risultati del passato recente e meno recente. Ma a questo punto ti faccio una domanda: dove credi si possa piazzare questo Cagliari?

    • Dappertutto. Nel senso che i due precedenti di Allegri (parlo del filotto di quattro vittorie consecutive) ci insegnano che non ci sono garanzie in tal senso. Furono accomunati dal crollo finale, ma in un caso la squadra arrivò nona a 53 punti e nell’altro 14esima a 44

  2. Se a Firenze, senza Conti e Nainggolan, il Cagliari confermerà quanto di buono ha fatto vedere nelle ultime quattro partite ( e ciò a prescindere dai risultati), allora si potrà davvero parlare di una squadra potenzialmente in grado di lottare per un posto in Europa. Pericoloso illudersi, naturalmente, ma pensare in grande non pregiudica il campionato. Sempre che i giocatori restino con i piedi ben piantati per terra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...