Strama e la sua Inter superano a pieni voti l’esame di maturità

Non c’è stata partita. L’Inter ha meritato la vittoria dopo averla cercata e voluta dal primo al novantesimo minuto. Nonostante l’ennesimo errore del sestetto arbitrale che ha concesso un gol irregolare ai campioni d’Italia dopo neanche 20’’ con Vidal, i nerazzurri pian piano hanno saputo ribattere colpo su colpo al solito asfissiante pressing bianconero, conquistando metri su metri e riducendo ben presto all’impotenza la capolista, senza peraltro deprimersi dopo il gol annullato a Palacio per un’inezia. Una superiorità che nel primo tempo non si è evidenziata se non con un maggior possesso palla ospite, peraltro sempre nella metacampo della Juve. Solo Cassano con un destro a rientrare ha impensierito in quel frangente Buffon, bilanciato sull’altro fronte da un tiro al volo di Marchisio respinto da Handanovic. E’ stato dopo l’intervallo che l’Inter ha mostrato tutta la sua superiorità raggiungendo il pari su rigore di Milito, il raddoppio ancora con l’argentino dopo un’azione personale parsa persino velleitaria di Guarin, prima del sigillo fnale di Palacio che ha evitato la suspance sull’esito finale nei minuti di recupero. L’Inter, che ora è a un solo punto di distanza dalla vetta ha superato a pieno titolo il suo esame di maturità e a maggior ragione lo ha superato Stramaccioni che alla vigilia aveva detto a chiare lettere di non voler fimrare per il pari. Il campionato è solo all’inizio, ma intanto ha trovato una seconda protagonista. Pronosticarla a questi livelli in estate non era da tutti e neanche da molti. Brava Inter e bravo Strama.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Strama e la sua Inter superano a pieni voti l’esame di maturità

  1. Lascia interdetti la sequela di errori arbitrali clamorosi a favore della Juventus. Tra un po’, continuando a tenere fermi arbitri e assistenti, i designatori dovranno ricorrere a “fischietti” stranieri o agli italiani che dirigono incontri di serie B. Certo è che Tagliavento non è fortunato, con i guardalinee che gli assegnano…

  2. Cominciano a diventare davvero preoccupanti gli errori dei guardalinee a favore della Juventus. A Catania la doppia svista ha consentito ai bianconeri di vincere la partita; contro l’Inter la…distrazione poteva condizionare tutta la gara. Fortunatamente così non è accaduto e va dato grande merito ai giocatori ed all’allenatore che non hanno mai smesso di credere nella rimonta, a correre fino al novantesimo ed oltre, ed alla fine vincere meritatamente. C’è ora da sperare che certi commentatori la smettano di ribadire un concetto sbiadito e superato: tutti possono sbagliare. Certo che tutti possono sbagliare, ma quando gli errori si ripetono troppo spesso a favore di una squadra, allora potrebbe sorgere il dubbio che non sempre si è attenti nel seguire un’azione ed a giudicarla nel modo giusto. Errori a parte, c’è da essere soddisfatti che dopo undici giornate il campionato si è riaperto per merito di una squadra, l’Inter, che pareva essersi smarrita. Bravi tutti inerazzurri, dunque, e bravo Stramaccioni che ha saputo rilanciare giocatori che parevano decisamente avviati verso il tramonto della loro pur brillante carriera sportiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...