La legge del contrappasso

Quarant’anni  e sette mesi senza vittorie a Firenze (diventeranno 41 visto che se riparlerà solo l’anno venturo) , sedici sconfitte e due soli pareggi. Il Cagliari non riesce a infrangere l’incantesimo che suona come una sorta di legge del contrappasso negli incontri che si disputano al Franchi, un tempo Comunale. Proprio su quel campo, infatti, per ben quattro volte di seguito tra il 1970 e il 1972, colse altrettanti successi, il primo dei quali ebbe un’importanza storica nelle vicende rossoblù. Nel 69-70, alla quinta giornata decise Riva su rigore dopo una ventina di minuti e alla fine Lo Bello annullò un gol, di Chiarugi con conseguente assedio negli spogliatoi per arbitro e rossoblù da parte dei tifosi viola di rabbia. Ne avevano ben donde perché con quella vittoria il Cagliari strappò il primato ai campioni d’Italia in carica e lo tenne sino alla conquista dello scudetto.

L’anno dopo Riva non giocò, era rientrato la settimana precedente con la Juve per motivi di cassetta (e infatti al Sant’Elia si riversarono in 60mila…), ma evidentemente non era ancora a posto fisicamente dopo la seconda frattura subita in nazionale. Il Cagliari vivacchiava a metà classifica, mentre la Fiorentina che solo due anni prima era campione d’Italia, rischiava seriamente di retrocedere. Il focoso allenatore Pugliese, subentrato a Pesaola, andò su tutte le furie quando Greatti pareggiò il gol di D’Alessi, immaginarsi cosa divenne quando a un minuto dalla fine Chiarugi deviò un tiro innocuo nella porta di Superchi per l’1-2 finale.

L’estate seguente, stagione 1971-72, la squadra viola venne affidata a Liedholm che alla guida del Varese l’anno prima era stato la bestia nera dei rossoblù, cui aveva strappato un pareggio al Sant’Elia (1-1) e inflitto un pesante 4-1 al Masnago con doppiette di Traspedini e del futuro diesse del Milan Ariedo Braida. Ma la tradizione fortunata continuò, addirittura con due successi cagliaritani al campo di Marte. Il primo in Coppa Italia, con Scopigno costretto a schierare i diciannovenni Lamagni e Roffi, nonché Dessì che aveva qualche anno in più ed era appena tornato dal prestito in serie D alla Tharros. Proprio quest’ultimo mise il bavaglio a Sergio Clerici, detto El Gringo, centravanti italo-brasiliano da oltre 100 gol in serie A. E Sandro Vitali, centravanti ex di turno, appena acquistato proprio dai viola, decise l’incontro per l’1-0 finale. Non diversamente andò in campionato dove il solito Riva in mezza rovesciata impallinò Superchi per l’ennesimo 1-0.

Era il 9 aprile 1972 e quel poker di successi chiuse l’era d’oro del Cagliari a Firenze. Da allora non solo non è arrivata più una vittoria, ma eccetto due volte (1-1 con Gigi Piras in gol sia nel 1980 chee nell”82) sono piovuti solo pesanti ko. Anche nel 92-93, anno in cui, per la squalifica del Franchi, la squadra di Mazzone le prese con i viola di Agroppi perdendo 2-1 sul campo neutro di Verona. Alla fine il Cagliari volò in Uefa e la Fiorentina retrocesse in B, ma neanche in quel caso la sorte fu benevola con i rossoblù.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;La legge del contrappasso

  1. Perdonami Nanni (posso dare del tu?), rischio di fare l’antipatico, ma si pareggiò anche nel gennaio dell’ottantadue e in rete andò sempre Piras, siglando dopo il vantaggio di Sacchetti. A proposito della vittoria senza Riva a Firenze, il gol del vantaggio viola fu di D’Alessi e il gol della vittoria fu un calcio di punizione indiretto calciato in porta da Domenghini che , maldestramente Chiarugi deviò in rete, ingannando Superchi che intenzionalmente non voleva intervenire. Ciaoooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...