pagelline rossoblù 13

Avramov 5

Compie buoni interventi (immagina se non li avesse fatti), ma prende anche qualche gol classico da chi si è rattrappito in panchina per troppo tempo. Quei gol per intenderci che in genere non puoi attribuirgli come colpa, ma che un altro non prenderebbe. Avramo(do) di riscattarsi.

Pisano 5

Una volta i terzini destri dovevano prima di tutto evitare che dalle loro parti qualcuno potesse infilarsi e rendersi pericoloso. L’Udinese a sinistra (e soprattutto in area) ha trovato sempre autostrade. Per curiosità, in quei frangenti lui che impegni aveva? E perché non c’era mai?

Ariaudo 5

Vogliamo dargli colpe specifiche? Direi di no. Vogliamo attribuirgli qualche merito? Nemmeno. E allora si becchi lo stesso voto dei compagni.

Astori 5

Una giornata piena di buone azioni: aiuta Fabbrini colpito da crampi, invita gli avversari a entrare e ad accomodarsi nell’area rossoblù… un perfetto gentleman.

Avelar 5

Comincia bene e quindi è subito a metà dell’opera. Però rimane così sino alla fine.

Conti 5

L’assist per il gol di Pereyra è l’emblema del pomeriggio rossoblù. Da lì è cominciato il crollo.

Dessena 5

Segna un bel gol e un altro lo lascia fare all’Udinese dimenticandosi di rientrare in marcatura.

Nainggolan 5

Troppo nervoso. Oddio, in casi del genere è difficile mantenere la calma.

Ekdal 5

Subisce un’ammonizione ingiusta ma partecipa con profitto all’imbarcata generale.

Nenè 5

Quando una squadra è in giornata nera l’attaccante parte già ad handicap. Non si vede.

Sau 5

Copia e incolla il giudizio su Nenè

Thiago Ribeiro 4

Fallendo quel gol impossibile da sbagliare riesce nella straordinaria impresa di risultare il peggiore in una partita in cui tutti giocano male e lui sarebbe stato senza colpe in quanto entrato sul 4-0.

Casarini 5

Anche lui merita il gettone presenza e il giudizio tipo per l’occasione.

Cossu 5

Pur in un pomeriggio da non tramandare ai posteri il suo bell’assist riesce a confezionarlo. Per il resto mostra nervosismo fin dall’ingresso in campo quando manda a quel paese il quarto uomo.

Agazzi 8

Fortunato a non esserci.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;pagelline rossoblù 13

  1. Ero, e resto convinto, che il Cagliari senza Cossu non riuscirà mai ad imporre il proprio gioco offensivo e, di conseguenza, a subire frequenti capovolgimenti di fronte e gol, in quanto la difesa non può che trovarsi in difficoltà. C’è pure da domandarsi: ma se Cossu non può giocare dall’inizio, perché portarlo in panchina ? Una scelta inspiegabile in quanto : 1) avrai a disposizione un giocatore in teoria non utilizzabile; 2) se lo porti in panchina evidentemente proprio inutilizzabile non è. Sono i misteri di questo Cagliari che continua ad offrirne almeno uno ogni giornata di campionato. Per non parlare di Pinilla, che quando sembra recuperato, improvvisamente ha una ricaduta. E Udine doveva rappresentare una opportunità per il rilancio del Cagliari ? Ma per favore ci dicano la verità 1. E la verità potrebbe essere che qualcosa forse si è rotta all’interno degli spogliatoi. Si dice che ci sia stato un bisticcio tra Cossu e Pinilla. Da qui – sempre si dice – il provvedimento di tenere fuori i due giocatori. E il formarsi di due correnti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...