Tutto sbagliato, tutto da rifare

Non so se sia stata più nefasta la prestazione del Cagliari al Friuli o la mia presentazione nella quale indicavo Udine come tappa possibile per un’accelerata rossoblù, semprechè si fosse giocata una partita vera e le due squadre che venivano da due serie negative di quattro incontri non si fossero accontentate del pareggio.

 Il 4-1 finale rende eccessivo merito all’Udinese che ha cominciato impacciata come poche volte la si era vista e che ha trovato la rete del vantaggio quando il Cagliari stava giocando molto meglio e aveva dato l’idea di poter segnare da un momento all’altro.

 A quel punto però è subentrata un’inattesa fragilità mentale dei rossoblù che si sono sentiti perduti e non hanno più replicato facendo esultare giocatori che il gol in genere non lo trovano quasi mai (Pereyra, Angella, Danilo e Pasquale), facendo uscire dalla crisi i friulani che hanno così potuto ritrovare il sorriso dei giorni migliori.

Il Cagliari, che nel finale ha trovato il gol della bandiera con Dessena e ne ha fallito un altro quasi fatto con Ribeiro, deve evidentemente smaltire la sbornia che lo aveva condotto ai quattro successi consecutivi. Da allora ha racimolato appena 2 punti su 15 nelle cinque partite giocate. E non sarebbe male, se la formazione di Lopez e Pulga cominciasse anche a ritrovare un po’ di linearità nei suoi schieramenti. Negli ultimi tempi al fischio d’inizio si registra sempre qualcosa di strano: una volta l’infortunio all’ultimo momento di Cossu, stavolta la febbre di Agazzi. Cose che possono succedere si dirà, ma perché sempre al Cagliari?

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Tutto sbagliato, tutto da rifare

  1. Secondo il presidente, la sconfitta di Udine dopo quella subita in casa col Catania, sarebbe stata determinata da fattori esterni quali, ad esempio, lo 0 -3 a tavolino con la Roma e le tante chiacchiere sullo stadio di Is Arenas. A parte il fatto che bisognerebbe domandarsi (e darsi una risposta sincera) da chi è stata causata la sconfitta con la Roma ( speriamo che il verdetto venga annullato) , il problema dello stadio , con alcuni arresti, non dovrebbe affatto riguardare i giocatori. Anche perché, come precisato, la Società non ha niente a che vedere con gli “errori” commessi dai due ingegneri del Comune di Quartu. Non si cerchi di tirare in ballo fattori che con il gioco giocato non hanno niente a che vedere. La squadra ha fatto bene quando a Is Arenas potevano entrare in pochi, ed improvvisamente, secondo il presidente, quando sono stati aperti tutti i settori, il meccanismo si è inceppato. Se così stessero realmente le cose, il presidente richiuda il settore dello stadio aperto per ultimo ed i risultati tornerebbero per incanto. Se poi i risultati negativi persistessero, di settori se ne chiudano due , e poi tre, fino a decidere di giocare a Trieste. E comincerebbe a tremare la Juventus. Ma per favore !

  2. Nanni il titolo del tuo post è una celebre frase di Gino Bartali. E’ una coincidenza o hai voluto sottolineare che si deve tornare a sudare “pedalando” in campo?

  3. C’è da sperare che la squadra si riprenda in fretta dalla brutta battosta di Udine. Chievo si presta al caso, augurandoci che i rossoblu non arrivino stanchi dopo la partita di coppa Italia in programma mercoledi. Se fossi il presidente della società lascierei perdere i fattori esterni che distraggono i giocatori, e lascerei perdere i contrasti con il Comune proprio per evitare che i giocatori si sentano coinvolti in questioni che con il calcio non hanno niente a che vedere. A meno che i giocatori rossoblu non siano davvero tanto …sensibili alle vicende extracalcistiche, fino a risentire della presenza in strada di autobar e venditori ambulanti. Che siano le voci provenienti dalle zone dove dovrebbe essere vietato il traffico a distrarli durante la gara ? Che cosa non si fa e non si dice per distrarre il tifoso dalla realtà !

  4. per una volta sono d’accordo con Cellino. Se fossi un giocatore pieno di speranze, con l’arietta che tira, è vero, non sarei concentrato sulla partita, ma piuttosto su quale maglia mettere in valigia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...