Perchè tante bugie sul mercato di Pinilla?

Pongo un quesito: a chi giovano tutte queste balle su Pinilla? Leggo da una parte che l’Inter si sta dannando l’anima (!) perché ha individuato nel cileno il vice Milito e da un’altra che Cellino ormai ha deciso: “Non lo cedo neppure per 50 milioni”. Ma dico, sono io che mi sono perso qualche puntata o chi scrive queste cose? Pinilla in questo momento non ha alcun mercato, per il semplice motivo che è tornato ai livelli bassissimi degli anni in cui aveva perso la possibilità di far carriera prima dell’exploit (in serie B) col Grosseto.

L’anno scorso al Cagliari è stato utilitissimo, niente da dire, probabilmente senza quei suoi 8 gol del girone di ritorno la squadra avrebbe corso il rischio serissimo di essere risucchiata nella zona retrocessione. Ma di acqua, ahimé, ne è passata sotto i ponti. La gente non ha l’anello al naso e il Pinilla di quest’anno sembra un film già visto troppo volte nel passato. Ha giocato 4 volte quasi interamente, più altri 4 spezzoni di gara, per un totale di 8 presenze e un gol (quello inutile su rigore contro il Pescara nell’1-2 interno). Dispiace dirlo, ma il suo apporto nella presente stagione è stato pressoché nullo e i 3 milioni e passa spesi per il suo riscatto suonano come una beffa. Naturalmente mi auguro che il giocatore possa tornare ai livelli del passato torneo, ma nel frattempo per cortesia, evitiamo di raccontarci balle. In questo momento Pinilla è un giocatore da recuperare completamente, sotto il piano fisico atletico e forse anche nello spirito.

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;Perchè tante bugie sul mercato di Pinilla?

  1. Purtroppo hai ragione, e mi dispiace: perché Pinilla, l’anno scorso, ha mostrato cose egregie. Avrei scommesso che quest’anno si sarebbe ripetuto, magari perché aveva trovato il suo ambiente ideale. Oltre tutto era (ed è, credo) amatissimo dai tifosi rossoblù. Evidentemente ha dei limiti caratteriali che appannano le sue doti tecniche. Sta di fatto che l’attacco risulta piuttosto sterile.

  2. Concordo su quanto dici riguardo al mercato di Pinilla…le altre squadre (specie di questi tempi) non possono permettersi acquisti sbagliati, posto che Pinilla non è manco di primissimo pelo…
    Spero che ti sbagli sulle possibilità di un suo pieno recupero: l’anno scorso è stato determinante (a mio avviso senza di lui saremmo davvero retrocessi), piuttosto ti chiedo riscontro sulle numerose voci secondo le quali abbia avuto un acceso diverbio, per usare un eufemismo, con Andrea Cossu…

    • Anche se fosse sono cose che nell’arco di una stagione possono capitare e poi se le persone sono intelligenti si ricompongono. Mi preoccuperei di più delle assenze di Cossu una volta sì e una no. Perchè è un giocatore importantissimo per il Cagliari e in questo modo non può trovare la migliore condizione.

  3. E’ presoché certo che il Pinilla visto in questa prima parte di campionato non lo ha richiesto nessuna squadra. Ma dire “non cederò Pinilla neppure per trenta milioni” non può non impressionare i tifosi. Speriamo che Pinilla riesca a ritrovarsi, ma per ora è lontano molte miglia dal giocatore visto nell’ultimo scorcio del campionato scorso. Quasi svogliato, certamente demotivato perché si è visto scalzato prima da Larrivey, poi da Nenè , ora da Sau, l’ex attaccante del Palermo deve ritrovarsi. E potrà ritrovarsi soltanto giocando. Il problema è proprio questo: in queste condizioni ? e al posto di chi ? Forza, Pinilla, lascia perdere l’Inter e pensa a giocare bene per il Cagliari.

  4. Può essere antipatico parlarne ma a Cagliari su Pinilla girano voci di una sua non grande professionalità fuori dal campo che sarebbe alla base del suo attuale (non)rendimento. Senza dubbio quello visto l’anno scorso era veramente determinante anche se ho notato che segnava solo nelle partite casalinghe.
    Se non ricordo male anche Zamparini,prima di cederci il giocatore, parlò di problemi “comportamentali” del ragazzo che a Palermo ne limitavano il rendimento.

    • A questi bisogna aggiungere anche i problemi fisici, probabile consegeunza di quelli cui accennavi. Purtroppo hanno contrassegnato tutta la carriera di questo giocatore che forse per questo è spesso dovuto emigrare da una nazione all’altra e da un continente all’altro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...