Il Cagliari per guarire le prova tutte, ma dopo 2 pastiglie di Belfodil sta ancora peggio

Vigilia di Parma-Cagliari. C’è aria di preoccupazione nello staff rossoblù. I tecnici Pulga e Lopez che con la supervisione del presidente hanno perso con la Juve in coppa senza neanche giocarsela, sanno che ora non possono sbagliare. Hanno puntato tutto sul campionato facendo imbestialire i tifosi che contro la Vecchia Signora del calcio italiano avrebbero voluto la solita sfida stile sangue e arena . A Parma è vietato perdere, hanno detto tutta la settimana, ma ora viene il dunque.  Gli allenatori si avvicinano al medico nella speranza  che una ricetta miracolosa possa rimettere la squadra in carreggiata. “Dottore, dottore, il Cagliari sta male – è il loro accorato appello – ha fatto appena due punti nelle ultime sei gare e ora è obbligato a invertire la rotta sennò sono dolori”. Il medico li guarda e li mette sull’avviso: “Se state male ora, aspettate a prendere due pastiglie di Belfodil dopo i pasti e starete anche peggio”. Come a dire che non è aria. Detto, fatto. Il francese che come per magia si trasforma in Van Basten (i miracoli di Ariaudo…) segna una doppietta e con lui completano il poker Biabiany e Marchionni su rigore. Il Cagliari, che con Sau si era illuso di poter anche vincere, seppur per un minuto, torna a casa cornuto e mazziato. Perché ora tra l’altro deve rendere conto anche di non aver giocato con i migliori la gara di coppa con la Juve.

Battute a parte, è un momento davvero triste per il campionato rossoblù. Lopez-Pulga e il presidente supervisore dietro le quinte sembrano aver perso la bussola, dissipando l’enorme apertura di credito che il poker di vittorie aveva regalato loro in avvio.

La squadra non dispiace, ma alle prime avversità crolla senza più combattere. Eppure il Parma non era certo un’iraddidio. Anche la squadra di Donadoni veniva da un periodo nero e per giunta si è ritrovata sotto di un gol (meravigliosa l’esecuzione di Sau dopo l’altrettanto splendido lancio di Nenè). Ma ha continuato a giocare senza mollare di un centimetro. Cosa che il Cagliari ha smesso di fare nel preciso istante in cui ha subito il 2-1 del bomber francese con il nome di una medicina.

Il problema non è la classifica che scotta, perché a ben vedere nel mare magnum della mediocrità di squadre in ambasce ce ne sono tante, è semmai questa schizofrenia nelle scelte, queste decisioni improvvide tipo quella di “non rischiare nulla a Torino perché domenica c’è il Parma” (?) Oppure delle decisioni senza capo né coda come quella di escludere Radja Nainggolan dall’undici titolare. E’ puro esibizionismo, voglia di stupire? Non ne ho idea, secondo me è solo stupidità. Di certo il Cagliari avrebbe bisogno di un po’ di normalità per dare il meglio, ma forse è chiedere l’impossibile. Basti dire che si parla di Trieste come scelta per la prossima gara con la Juve… Ma forse in quel caso il supervisore Cellino sarà contento. L’anno scorso contro i bianconeri al Rocco mise prezzi da 200 euro e gli andò pure bene perché c’era da festeggiare lo scudetto della squadra di Conte. Già, ormai da troppi anni caro presidente non ci resta che festeggiare i trionfi altrui.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Il Cagliari per guarire le prova tutte, ma dopo 2 pastiglie di Belfodil sta ancora peggio

  1. Non ci resta che fare il conto alla rovescia, in attesa di un nuovo cambio di allenatore (allenatori, in questo caso). Oppure, e sarebbe molto meglio, delle dimissioni del presidente.

  2. Non sarà così,e probabilmente venerdi sarò smentito da una bella prova ( speriamo vincente) contro la Juventus, ma la squadra è come se improvvisamente avesse subito un blocco mentale dopo la euforia iniziale determinata dall’esonero di Ficcadenti. In poco tempo ha perduto: 1) condizione atletica; 2) convinzione nei propri mezzi; 3) idee di gioco. Ho,infine, la sensazione che abbia perfino perduto le speranze di salvezza.
    Per ridere: sarà la maledizione dei diciassette ? Non scherziamo, e lasciamo gesti e convinzioni scaramantiche a chi vuole rendersi ridicolo per vocazione e…non pagare dazio.
    La verità, oltre alle scelte assurde cui assistiamo domenica dopo domenica, è che Cossu da un po’ di tempo non è più lui ( auguriamoci che si riprenda molto presto per far giocare la squadra); la difesa funziona male ( anche Pisano attravera un momento difficile, quasi di involuzione); il centrocampo fatica sia in fase di disimpegno che di impostazione, con Conti superammonito e supersqualificato; degli attaccanti, in questo momento salverei soltanto Sau.
    Pulga e Lopez fanno bene a dire che il Cagliari non faticherà a salvarsi. Ma bisogna sbrigarsi a fare punti : come stanno facendo in questo momento squadre che, appunto come il Cagliari, sono obbligate a giocare per salvarsi. Come il Bologna, che ha clamorosamente vinto a Napoli e si è portato a diciotto punti. E venerdi, come dicevo all’inizio, affronteremo i neo campioni d’inverno ! Buon Natale a tutti.

  3. Ho sentito dire dal figlio del grande Gianni Brera, Paolo, una battuta che spesso ripeteva il padre: ” E’ inutile vivere da malati per poi morire da sani”. Una battuta sulla quale dovrebbe meditare Pulga, che lascia a riposo i bravi giocatori (fatti passare per malati o stanchi) quando il Cagliari gioca contro squadre “abbordabili” ( vedi Parma) per poi schierarli ( oramai guariti o riposati ) quando la sconfitta è molto probabile. Difficile credere che si tratti di veri malati o di giocatori stanchi se vanno in panchina e giocano un pezzo di partita, così come non del tutto sani dovrebbero essere dopo 120 ore. E’ la moda del turnover, che squadre come il Cagliari non possono permetterselo, tanto più quando non si hanno riserve all’altezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...