Pagelline rossoblù 15

Agazzi 5,5

Vogliamo dargli anche stavolta delle colpe? Il guaio è che anche se per ipotesi non ne avesse ha preso quattro gol. Nel caso in cui fosse stato colpevole quanti ne avrebbe dovuti prendere: 8?

Pisano 5,5

Tutto questo gran correre ha un senso o è fine a se stesso? Se non mette una palla dalla destra nell’area altrui e se dalla sua parte ogni tanto qualcuno trova le autostrade libere qualcosa forse andrebbe rivisto.

Ariaudo 4.5

Neanche un bimbo si sarebbe fatto spostare dall’avversario come ha fatto lui con Belfodil nell’azione del gol di testa del giocatore del Parma. Per non parlare della quarta segnatura in cui si è fatto aggirare dallo stesso rivale che pure nell’armonia dei movimenti non ricorda certo Nureyev.

Astori 5

Passaggi avventati, falli pericolosi, sarà che in difesa si sono messi d’accordo per far rimpiangere l’inguardabile Rossettini di Torino?

Murru 6

Dopo la bambola di Firenze stavolta non sfigura. Però quando in un mondo scaramantico come quello del pallone noti che al suo ingresso la squadra prende sempre quattro gol…

Conti  5

Così, giusto per cambiare, perchè ogni tanto non prova a farsi ammonire? Era diffidato e salterà la Juve.

Ekdal 6,5

Il più combattivo dei rossoblù.

Dessena 5,5

I fischi dei tifosi della sua città gli tirano un brutto scherzo.

Cossu 5,5

Non incanta, ma quando viene sostituito le cose vanno anche peggio.

Nenè 6

Inventa per Sau un assist meraviglioso. Ovviamente è il primo a uscire quando si tratta di rincorrere il risultato. Esce una punta ed entra un tornante: essere normali mai eh?

Sau 6

Segna un bel gol e un altro gli viene negato dal fischio dell’arbitro per un fuorigioco non certissimo.

Ibarbo 5

Quando lo capiranno che con quei gamboni nelle aree affollate non beccherà mai palla? Casomai doveva giocare all’inizio negli spazi ampi.

Thiago Ribeiro 5

Ognuno ha la sua croce. Certo che basterebbe portarla per una giornata e non per 38!!!

Nainggolan 6

Dopo il gol di Sau il gesto più pregevole è il suo destro al volo ben deviato da Pavarini. Ma purtroppo per il Cagliari, come diceva quella pubblicità, è sempre l’ora dei Pavarini

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Pagelline rossoblù 15

  1. Delusione….delusione per i continui svarioni difensivi…. Delusione perché si segna con grandissima difficoltà …… Delusione perché quando dobbiamo rincorrere togliamo una punta e mettiamo dentro mezzi attaccanti ( non me ne vogliano)….delusione nel vedere il nostro più forte giocatore ( naingolan) in panchina…. Basta? Mettiamoci anche la prossima in casa a Trieste e inizio ad avere strane sensazioni….

  2. Agazzi non può prendere in quel modo il gol del 2-1, a mio avviso in serie A e’ inammissibile e credo che ormai abbia una preoccupante continuità negativa, motivo per il quale non mi pare azzardato schierare Avramov (ricordo che il Milan schiera Amelia al posto di abbiati ed oggi mi pare che viviano fosse in panchina a Firenze).
    Detto questo oggi gli episodi arbitrali ci sono stati sfavorevoli, parolo sull’1-1 doveva essere espulso, il rigore del 3-1 sullo stesso parolo era discutibile e subito dopo non ha visto un braccio in area di gobbi…ma sarebbe sciocco attaccarsi a questo…qualcosa dentro la società non funziona e lo strano duetto ne risente (naingolann in panca?sostituzione di Cossu?)…inizio seriamente a preoccuparmi data la concreta possibilità di passare il girone d’andata a 16 punti (Juve e poi Lazio all’olimpico)

  3. Pensiamo alla prossima:
    Il Cagliari nei precedenti 33 campionati di serie A ha giocato alla vigilia di Natale 20 incontri in trasferta e 13 tra le mura amiche. Nelle gare disputate “in continente” non ha mai vinto, ha pareggiato 5 partite e conseguentemente è stato 15 volte sconfitto. Anche in Sardegna i risultati non sono stati brillanti, le vittorie e le sconfitte sono in perfetta parità, 4; mentre la divisione dei punti si è verificata in 5 occasioni. Aggiungo una curiosità, in questi 33 incontri ha subito 52 reti mentre sono solo 19 quelle realizzate. Con la Juve, il nostro prossimo avversario, ci sono 3 precedenti “Natalizi”, 2 a Torino, 74/75 e 90/91 (una sconfitta e un pareggio) e una in casa nel 73/74 con vittoria. Detto questo risalta che i rossoblu non sono particolarmente fortunati a ridosso del 25 dicembre ma, c’è sempre un ma, possiamo e dobbiamo ricordare la nota positiva dell’unico precedente con la Juve a Cagliari, si vinse 2-1 (45’ Gori, 50’ Altafini, 84’ Riva) e in quella stagione i bianconeri erano, come oggi, con lo scudetto nella maglia.

  4. Siamo alle comiche ! Nainggolan in panchina perché venerdi c’è la partitissima contro la Juventus. Ma queste idee peregrine da chi le hanno ereditate Pulga e Lopez ? Possibile che si rinunci a giocatori importanti perchè cinque giorni dopo si deve ancora giocare ? Ma quanto tempo occorre, ad un atleta allenato, per recuperare da una gara ? Una squadra come il Cagliari può permettersi turnover così frequenti ? Capirei se fossimo in lotta per un posto al sole ( vedi Europa), magari verso la fine del campionato e contro una squadra di modesta levatura, ma qui si lotta per non retrocedere, fino ad ieri erano state giocate sedici partite di campionato e tre di coppa ( quasi un’amichevole la prima con lo Spezia), e ai giocatori si dà la sensazione che ogni due-tre partite bisogna restare in panchina per non affaticarsi ? E magari, una volta schierati a partita iniziata, quei giocatori si risparmiano davvero perché cinque giorni dopo dovranno battersi con i campioni d’Italia Ma che allenatori abbiamo ? Ed i preparatori atletici non hanno niente da chiarire ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...