Pagelline rossoblù 17

Agazzi 7 (sataniche)

Questo portiere decisamente non è fortunato. Dopo averne combinate di tutti i colori per un intero girone, gioca la partita del riscatto compiendo un paio di interventi importanti. Non solo, sembra muovere col giusto tatto persino le diplomazie per avere i pali dalla sua parte. Ma a un certo punto cosa non ti combina? Esce al limite dell’area tra lo stupore generale e sprigiona in Orsato l’insopprimibile voglia di raptus da rigore+espulsione. Come diceva quello: son ragazzi! In questo caso: on agazzi!

Perico 6

Quando giocava titolare sembrava il padre di tutte le nefandezze, in realtà è diventato padre la scorsa settimana di un bel bimbo. E in campo fa la sua parte in pieno.

Del Fabro 6,5

Diciassette anni, una bella prova e un gran futuro. Gli manca l’esperienza che solo la B gli può dare. Che avete capito? Mica il campionato, intendo la B che gli hanno rubato all’anagrafe. Il funzionario poteva avere anche la licenza di uccidere ma non evidentemente quella elementare, perché Del Fabbro si scrive con la doppia B. E rimanendo sul noir, forse aveva fatto le scuole seriali, ma non certo quelle serali.

Rossettini 7

Un bel rientro.

Avelar 6

Mancava da un po’, ma pur senza incantare si fa trovare pronto.

Conti 6,5

Contro le squadre di casa sua ci aveva abituato meglio. Comunque sopra la media. Rinnova il contratto e con Hernanes anche il contrasto.

Dessena 6

Porta fieno in cascina (la solita frase idiota: come se il fieno si dovesse portare sui motopescherecci o in una boutique).

Ekdal 7

Ormai lo svedesone non lo ferma più nessuno.

Nainggolan 8

Nonostante la prodezza di Marchetti la seconda zampata sembrava vincente. Purtroppo tra tutti i giocatori che potevano incrociare quel pallone gli è capitato l’incrociatore Dias che nel ramo vanta una discreta esperienza. E così l’occasione è sfumata con la respinta sulla linea.

Ibarbo 7

Grandi Lopez e Pulga (o Pulga e Lopez?) a capire che dà il meglio quando il campo è aperto, ovvero quando il risultato è positivo per il Cagliari che può giocare in contropiede. Ultimamente entrava sempre quando c’era da recuperare e i suoi gamboni nelle aree intasate non riuscivano neanche a mettersi in moto.

Sau  7

Prandelli non prenderci per i fondelli e convoca al più presto questo giovinotto che segna i gol più belli.

Avramov sv

Tarda l’ingresso in campo perché sa che l’attende la fucilazione o perché spera che Candreva trasformi prima che lui vada tra i pali (in modo tale che la rete subita non gli venga attribuita)? Mah! Avrà… mov di riscattarsi.

Cossu sv

Crede che Orsato non conosca il sardo, ma come Totò aveva fatto tre anni di militare a Cuneo, quello aveva fatto tre anni di superiori agli Scolopi di Sanluri.

Nenè sv

Pochi scampoli di gioco. Del resto siamo entrati nel periodo dei saldi, ribassi, scampoli ecc..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...