Il finale in… riserva riscatta gli azzurri

Sembrava la solita amichevole dell’Italia, con i giocatori impegnati a fare il loro compitino, senza quel cuore che ne caratterizza gli incontri di coppa e che a giochi fatti è meno pericoloso per la salvaguardia dei garretti (perché di fatto è questa la paura che ci attanaglia nelle gare dove non ci sono i tre punti in palio). E invece questo 1-1 acciuffato nel recupero contro un’Olanda incredibilmente sciupona (otto palle gol per partorirne solo uno, anche grazie al Buffon dei giorni migliori), ci ridà il sorriso che per 70 minuti avevamo perso.

Merito delle riserve che si sono rivelate molto più decisive dei titolari scesi in campo dal primo minuto. L’inedito duo Gilardino-Osvaldo ha creato palle gol a raffica in pochi minuti. Diamanti per quanto fumoso ha messo verve. Per non parlare di Verratti, uno che a 20 anni ha la consapevolezza nei propri mezzi di un veterano. E poi Florenzi, che a mio avviso è stato il primo a dare la carica e a spronare i compagni quando nessuno fra gli azzurri credeva di poter rimettere in discussione il successo degli Orange.

Decisamente meno bene il primo tempo dove Balotelli deve ritrovare il passo della partita e dove la coppia fra lui ed El Shaarawy ha mostrato più pecche che virtù (sarò l’unico a pensarla così ma non la vedo ben assortita). Male anche la difesa che ha concesso l’impossibile agli avversari. Ma del resto questo sono partite fatte per crescere e ai vari Santon, Astori, Ranocchia e compagnia questa serata sarà utilissima.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Il finale in… riserva riscatta gli azzurri

  1. Indubbiamente la coppia d’attacco del primo tempo non ha fatto grandi cose: un po’ perché i difensori olandesi si sono comportati molto bene, un po’ perché Balotelli è apparso ancora lontano da una buona condizione fisica, un po’ perché El Shaarawy, secondo me, è stato costretto a giocare troppo largo per lasciare più libero il compagno. Meglio, decisamente meglio Osvaldo-Gilardino, con Diamanti . Bravo, naturalmente, Verratti che ha salvato l’Italia ( con Buffon) da una sconfitta che poteva maturare con più di un gol già nel primo tempo. Comunque, un’Italia da rivedere ( un po’ in tutti i settori) in impegni dove i tre punti contano, perché anche le amichevoli durante la settimana condizionano i giocatori ( a loro volta condizionati dalle Società) che , giustamente, hanno paura di infortunarsi e quindi saltare il successivo impegno di campionato. Ed ora, domenica a Is Arenas, vedremo che cosa saprà fare la coppia d’attacco del Milan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...