Cagliari e Milan se la giocano sino alla fine! E’ questa la notizia

L’amaro in bocca rimane perché vedere andare in fumo una vittoria a meno di dieci minuti dalla fine per un ingenuo fallo da rigore non è piacevole. Ma vista da un tifoso del Cagliari questa sfida col Milan rimane avvincente perché se altro è stata vera dall’inizio alla fine. Sì, con tutto quello che era successo in settimana il pareggio tra le due società amiche era il risultato più probabile, ma pensare che il fallo di Astori su Balotelli che ha decretato il rigore del pari fosse voluto è roba da fantascienza che neanche il più dietrologo degli osservatori potrebbe inventarsi.

Finisce così 1-1 e per il Cagliari che negli ultimi 17 incontri coi rossoneri aveva raccolto solo 2 punti sui 51 a disposizione è come aver vinto. Oddio, riguardando il centrocampo a tre dei milanisti composto da Muntari-Ambrosini-Flamini, lo si sarebbe potuto scambiare tranquillamente con quello di una squadra in lizza per non retrocedere, ma evidentemente a Milanello il convento non passa di meglio. Resto dell’idea che la squadra di Allegri non valga i 41 punti accumulati, cifra che la soddisfa in parte minima per il blasone ma che in realtà la gratifica oltremisura per il campionato disputato. Non fosse per i soliti aiutini arbitrali la situazione sarebbe ai limiti della tragedia calcistica. Oggi per esempio una paio di minuti prima della scellerata cintura di Astori, uno dei migliori fin lì, su Balotelli che ha lasciato tra l’altro il Cagliari in dieci, Mexes aveva commesso un fallo di mano volontario che gli sarebbe valso la seconda ammonizione e quindi la sacrosanta espulsione. E Giannocaro ha fatto finta di nulla.

Il Cagliari ha sopperito all’assenza pesante di Nainggolan con un Ekdal stratosferico, al pari di capitan Conti e del tignoso randellatore Dessena che hanno fatto ancor più risplendere il reparto difensivo. Ibarbo tra mille incroci di gambe ha trovato il colpo di testa vincente e Sau pur forsennato nella sua azione e quindi poco lucido, non ha mancato di far arrivare il suo apporto. Nel Milan Balotelli ha fatto la cosa migliore a gioco fermo (una rovesciata-gol da applausi), peraltro ha caricato di cartellini gli avversari fino all’espulsione-rigore decisiva di Astori. Detto della pochezza del centrocampo e dell’immaturità di Niang, continuo a chiedermi perché in questa squadra Bojan non trovi spazio dall’inizio.

Annunci

9 Pensieri su &Idquo;Cagliari e Milan se la giocano sino alla fine! E’ questa la notizia

  1. Gli aiutini (arbitro+altri) sono arrivati puntuali. Sono meravigliato che sia arrivato un punto, non credevo…..Per ciò che c’è stato di vero in questa partita il Cagliari meritava di vincere e forse ci sarebbe riuscito. Ridatemi il calcio (e lo sport) vero!!
    OT: in Spagna il medico Fuentes nel processo che lo vede imputato, pare abbia dichiarato di avere informazioni sul rapporto tra doping e nazionale spagnola ma il giudice non si è mostrato interessato all’argomento. Dobbiamo aspettare 10-15 anni perchè qualcuno ci dica la verità (vedi ciclismo)?
    Ps devo mezzo caffè a IIio

    • Ho letto che i giornali spagnoli in base ai documenti trovati a Fuentes hanno tirato in ballo anche il Milan. Non so se sia stata una bolla di sapone o se perchè dalle nostre parti questo genere di notizie quando riguardano qualcuno importante (per altre vincende dico Ferrari e quand’era in auge Moggi) vengono sistematicamente occultate.

  2. Bevuto ! Grazie Walter. Avrei comunque preferito la vittoria del Cagliari che l’avrebbe meritata. Ma nello sport ci sta tutto; anche che Astori commetta un fallo inconfuntabile nel tentativo di evitare un gol quasi certo. Bene, comunque, questo Cagliari che per ottanta minuti ha tenuto in scacco il Milan. Sarà per un’altra volta.

  3. Il Milan non ha perso per merito di Giannoccaro, che, sull’uno a zero per il Cagliari, avrebbe dovuto espellere Mexes. Il fallo volontario del giocatore rossonero, già ammonito e quindi espulso col secondo giallo, non poteva meritare l’applicazione del vantaggio visto che proprio vantaggio non poteva essere per i rossoblu. Giannoccaro, quindi, ha applicato una norma del regolamento in modo assolutamente sbagliato, tanto che meriterebbe un bel richiamo e forse anche una sospensione per diverse giornate di campionato. A quel punto, l’uscita di Mexes avrebbe certamete avvantaggiato il Cagliari, che vinceva e forse avrebbe portato a termine la partita con un successo. Sta qui, ovvero nel comportamento incomprensibile dell’arbitro (ammesso che sia incomprensibile), la rabbia per un successo che i rossoblu avrebbero meritato e che invece non hanno ottenuto per responsabilità non loro. Inutile dire che gli errori sono inevitabili: Capirei l’errore se Giannoccaro non avesse visto il mani volontario di Mexes, ma lo ha visto ed ha fatto cenno di proseguire. Da cancellazione dai ruoli federali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...