A Sau bastano due palloni per fare la differenza col Pescara

S.a.u. : società aiuti umanitari. Ne aveva bisogno il Cagliari costretto a vincere per star vicino al presidente da qualche giorno a Buoncammino. Non ne aveva bisogno il Pescara che fra tutte le 38 settimane del torneo si è imbattuto proprio in quella in cui ha trovato il Cagliari più deciso degli ultimi vent’anni a prendersi l’intera posta. Ed è così giunta la doppietta con cui l’attaccante di Tonara ha centrato il decimo bersaglio personale, portando i rossoblù definitivamente fuori dalle secche e riproponendo con autorità la sua candidatura ad una maglia azzurra che a questo punto Prandelli non potrà più negargli.

Non c’è stata mai partita, è bene dirlo, neanche fino all’intervallo quando pure il punteggio era ancora sullo zero a zero. Con gli abruzzesi nel paese di Bergodi (dal nome del tecnico che dopo un discreto periodo iniziale ha fatto rimpiangere Paolino Stroppa), i rossoblù hanno atteso i padroni di casa al varco soffrendo solo per un tiro di Weiss contro il palo, prima di piazzare l’uno-due vincente nella prima parte del secondo tempo. Una vittoria facile, facile se si pensa che Agazzi non ha mai dovuto fare una parata e che i vari Pisano, Nainggolan, Ekdal, Cossu e compagnia hanno giostrato a loro piacimento. Il dramma del Pescara è che ai rossoblù mancavano pure Astori, Conti, Dessena e Pinilla. Fossero tutte così per il Cagliari…

Annunci

Un pensiero su &Idquo;A Sau bastano due palloni per fare la differenza col Pescara

  1. Soltanto i gol potranno costringere Prandelli a prendere in considerazione Sau almeno per le amichevoli della nazionale. Così ho scritto poche ore prima che inziasse la partita Pescara-Cagliari. Una prima risposta c’è stata proprio oggi, a Pescara. Sau , primo anno in serie A, sta dimostrando che i tanti gol realizzati in serie B non erano nè frutto del caso, nè episodi isolati. Dieci i gol all’attivo. Più di Milito, di Cassano, Giovinco, Matri, Totti e tanti altri ancora. Non sono pochi. Questo Cagliari si salverà, con largo anticipo, certamente per merito di tutti i giocatori, dei due tecnici Pulga e Lopez , ma, in particolare, grazie ai gol di Marco Sau. Forse avrebbe fatto la fortuna di Ficcadenti se anzichè tenerlo in panchina lo avesse valorizzato fin dall’inizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...