Zaza, l’amaro lucano (per i portieri)

Si chiama Simone Zaza ha 21 anni e di professione fa i gol. Non gol qualunque, ma sempre di ottima fattura. Un po’ stile Quagliarella per citare uno che l’aveva preceduto con la maglia dell’Ascoli, sua attuale squadra.

Zaza è un predestinato quantunque non sia facile emergere in Lucania. Prima di lui da quelle parti in nazionale ci è finito solo Franco Selvaggi, attaccante di Roma, Cagliari, Torino e Udinese tra le altre, campione del Mondo nel 1982 senza mai giocare, per la profonda avversione di Bearzot nei confronti di Pruzzo pluricapocannoniere in quel periodo. Pur di non convocare il bomber della Roma il Ct chiamò Spadino che stava buono buono in panchina.

Zaza con ogni probabilità finirà al Milan che in cadetteria ha già acquistato Saponara dall’Empoli, e vedendo le 18 perle finora inanellate quest’anno con l’Ascoli, una squadra che pure ha mille problemi, si direbbe che i rossoneri farebbero (ma potremmo dire “hanno fatto”) un grande affare a prenderlo.

A 14 anni era già emigrato in Toscana, in una squadra satellite dell’Atalanta che dall’anno seguente gli fece fare tutta la trafila delle giovanili a suon di gol. Nazionale under 16-17-18, il piccolo grande bomber fece uno sgarbo alla società che lo aveva lanciato anche in A (3 presenze con Delneri a 18 anni), firmando un quadriennale con la Samp. Un altro paio di apparizioni a Genova nella massima divisione e poi la gavetta. Prima a Castellamare di Stabia dove trova però una forte concorrenza in Marco Sau e vede poco campo, quindi il passaggio a gennaio a Viareggio in Lega Pro dove segna 11 reti tra stagione regolare e playout. Ancora in prestito all’Ascoli e l’esplosione che non è passata inosservata.

Mancino di buona stazza e di un non indifferente stacco aereo, Zaza ha nel gol in acrobazia il suo punto di forza. In un momento in cui anche la nazionale azzurra predilige i giocatori che amano svariare (compreso Balotelli), questo 21enne si propone come una delle poche punte centrali tra le nuove generazioni. Tenetelo d’occhio perché fra non molto sarà uno dei nostri bomber più acclamati ai massimi livelli. Un Amaro Lucano… ma solo per i portieri.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Zaza, l’amaro lucano (per i portieri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...