Una sola giornata a Cambiasso per il fallo su Giovinco? Roba da denunciare Abete, Beretta, Nicchi, Braschi, Tosel e Rizzoli per istigazione alla violenza

Premesso che non dirò per l’Inter quel che penso del Milan, cioè che sugli arbitraggi ha lo stesso potere che deteneva la Juventus ai tempi di Boniperti prima e di Moggi poi, certo è che la decisione del giudice Tosel di squalificare per un solo turno Cambiasso dopo quell’entrataccia che ha rischiato di spezzare la carriera di Giovinco è vergognosa. Per un insieme di motivi che denotano: a) l’incapacità degli arbitri di salvaguardare i giocatori dalle entrate violente e di continuare a mostrare inflessibilità solo per sciocchezze (ad esempio il giallo per chi si toglie  la maglia dopo un gol). Probabilmente Rizzoli è stato tenero nel referto perché non avendo mai giocato a pallone non si è neanche reso conto di cosa avesse rischiato Giovinco.

b) quanto sia inutile il ruolo del giudice sportivo che non può avvalersi nemmeno della prova televisiva (perché secondo regolamento l’arbitro aveva già visto) e quindi si ritaglia un ruolo di semplice ragioniere nell’applicazione delle pene.

C) La gioia dei macellai (calcisticamente parlando) di professione che da ieri sono ufficialmente abilitati a spezzare gambe e rovinare carriere cavandosela con un solo turno di sospensione.

La verità vera dopo questa decisione scandalosa è che il calcio italiano nelle persone del presidente della Figc Abete, del presidente della Lega A Beretta, di quello dell’Aia (l’associazione degli arbitri) Nicchi, del responsabile della commissione arbitri per la A (Can-A) Braschi, dell’arbitro Rizzoli e del giudice sportivo Tosel  dovrebbe essere passivo di denuncia per istigazione alla violenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...