Grande Bayern, ma gli esempi da seguire sono altri

Dopo il 4-0 del Bayern Monaco sul Barcellona come succede regolarmente alle nostre latitudini pochi sono riusciti a esimersi dal salire sul carro del vincitore. Sento e leggo commenti unanimi: ecco l’esempio da seguire, una programmazione fantastica, signori il calcio si può fare solo così.

Indubbiamente, mi metto nei panni dei tifosi bavaresi, riuscirebbe difficile non esultare e non essere felici in questo momento. Ma non credo che improvvisamente il Bayern inteso come società sia diventato un modello da seguire. Intanto perché dal punto di vista dei risultati ancora non mi convincono questi scatti a ripetizione di giocatori che non sono più giovincelli e che al 90’ hanno ancora la forza di sprintare come Bolt (ma questo può essere un mio limite). E aggiungo anche gli aiutini arbitrali ormai imbarazzanti.

Poi perché non credo sia da invidiare la scelta di annunciare un grande acquisto (quello di Goetze strappato al Borussia per 37 milioni) unicamente per mettere sotto silenzio la notizia (vecchia di un mese ma uscita solo ora) del presidente Hoeness che ha evitato l’arresto per frode fiscale dietro cauzione di 5 milioni di euro. Si dirà che almeno quei tifosi si sono consolati, a Cagliari non solo hanno arrestato il presidente, ma non è arrivato nessuno.

Infine vogliamo discutere sull’opportunità di annunciare l’allenatore Guardiola per le prossime stagioni? E soprattutto: cosa potrà fare lo spagnolo più di quello che ha fatto Jupp Heynkes che ha stravinto il campionato con sei giornate di anticipo (record in Bundesliga), ha raggiunto la finale di coppa nazionale segnando 6 gol al Wolfsburg e ha annichilito il Barcellona con quattro pere, arrivando virtualmente in finale di Champions e gettando le basi per un mostruoso tris? Quantomeno nei tempi se non proprio nella scelta, pare finora una mossa avventata.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Grande Bayern, ma gli esempi da seguire sono altri

  1. Avanzare delle riserve su certi risultati ( e perfino sulle prestazioni di giocatori non più giovincelli che al 90′ hanno ancora la forza per compiere degli scatti ) è più legittimo. Ma i risultati ottenuti in campionato e la facilità con cui il Bayern ha eliminato la Juventus potrebbero suggerire altre considerazioni. Ad esempio : una squadra italiana opposta al Barcellona avrebbe pensato più a non prenderle che battersi per darle. E’ la mentalità vincente, talvolta, che fa grande una squadra. Ed infatti, la dominatrice del nostro campionato si è dovuta inchinare al cospetto di chi voleva arrivare a disputare la semifinale col Barcellona, vincere ed approdare in finale. Certo, la bravura dei giocatori fa il resto, ed italia certi giocatori ce li sogniamo. Ma non sempre le individualità “fanno squadra”. Ad esempio : il tanto decantato Napoli, secondo in classifica, ha avuto bisogno di due autogol ( uno discutibilissimo) ed un gol irregolare per battere il Cagliari fantastico per gioco e volontà di vincere al San Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...