Le vittorie di Conte costano. Ma la Juve è ben lieta di pagare. Ancelotti corona un sogno: ecco il Real

Ha suscitato grande scalpore la richiesta di 5 milioni netti di ingaggio da parte di Antonio Conte per rinnovare il contratto con la Juventus. Chiaramente è uno schiaffo per tutti quelli che stanno patendo la lunga crisi del nostro paese (la maggior parte purtroppo), ma se guardiamo le cifre dei suoi colleghi non c’è da meravigliarsi. L’allenatore ha vinto due campionati su due, cosa che non ha fatto Allegri (che di milioni ne percepisce 4) e ancor meno Mazzarri, l’unico fra i tre a non aver mai vinto lo scudetto eppure in procinto di firmare un rinnovo biennale a Napoli per 3,5 milioni netti l’anno.

In rapporto al valore mostrato quest’anno dopo lo juventino il più meritevole di aumenti sarebbe Montella, che guadagna molto meno e che a Firenze ha saputo assemblare il puzzle viola in pochissimo tempo. La Fiorentina difficilmente riuscirà a scalzare il Milan dalla corsa all’ultimo posto utile per la Champions (seppur attraverso i preliminari), ma senza aiutini ha già fatto tanto.

In campo internazionale sono felice per Ancelotti. Il Psg ha speso l’impossibile, d’accordo, ma nella sua storia aveva vinto solo due volte la Ligue 1. Carletto ha centrato l’obiettivo ed ora, dopo l’inglese e il francese  si appresta ad imparare il castigliano a Madrid, in casa Real, il sogno di qualsiasi uomo innamorato del pallone.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Le vittorie di Conte costano. Ma la Juve è ben lieta di pagare. Ancelotti corona un sogno: ecco il Real

  1. Conte avrà pure vinto due campionati di seguito, ma cinque milioni sono tanti. Si dice che il calcio italiano sia sull’orlo della bancarotta, ma evidentemente è una sensazione sbagliata. E le Società pretenderebbero che gli stadi vengano costruiti , per poi essere messi a loro disposizione, dagli Enti pubblici . Semplicemente vergognoso. Naturalmente non solo le richieste oscene di Conte sarebbero da respingere, ma tutte quelle che fanno schifo. Anche i tifosi più…devoti dovrebbero ribellarsi.

  2. Forse intendevi il prodotto “calcio Italiano”, che sta diventando inguardabile (ho visto il derby di Genova, una partita che mi ha sempre suscitato intereresse e piacere, e mi sono venuti i nervi). I campi di gioco sono DA ANNI di qualita’ mediocre (in un paese che non ha il clima dell’Islanda); gli stadi son quel che sono (Marassi mi attira proprio perche’ e’ uno dei pochi davvero suggestivi), e ora pure semivuoti (scrivendo a dei cagliaritani non e’ necessario che mi dilunghi in proposito). Il “gioco” e’ costellato di gente che si frana reciprocamente addosso in cerca d’un calcio di punizione. Il livello tecnico (precisione e misura dei passaggi, fondamentali vari ecc) mi sembra in media inferiore a tutti i campionati offerti dalle TV internazionali. Quest’anno in Ungheria, l’emittente primaria per il calcio ha lasciato la Serie A per la Premiership e vedere le ns partite -ormai ignorate dai piu’ in qualsiasi locale pubblico- e’ un’impresa. Il prodotto calcio TIRA ALLA GRANDE su tutte le TV di tutti i paesi in cui ho vissuto negli ultimi 20 anni. E’ il calcio italiano che sta scomparendo dai teleschermi internazionali. E non si dica che e’ conseguenza dell’impoverimento finanziario e conseguente assenza di campioni: in Germania -Bayern a parte- sono tutti poveri secondo questo ragionamento. Il ranking UEFA e’ solo lo specchio -forzatamente a scoppio ritardato- di un fatto inequivocabile. Neppure il Mondiale vinto del 2006 ha arrestato la decadenza che in Asia era gia’ visibile. Semplicemente, il campionato italiano offre un prodotto mediocre. Non solo la partita, perche’ ce ne sono ancora di belle, ovviamente, ma il pacchetto nel suo complesso: campi, stadi, e non posso descrivervi il livello semiamatoriale delle cronache in inglese: non so chi ne sia responsabile ma le voci sono le stesse e immagino siano scelte da chi vende la partita stessa, non certo dalla stazione che la ritrasmette. Insomma, la consolazione e’ una sola: male che vada, faremo comunque solo la fine che ci meritiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...