Il Cagliari rovina la festa alla Juve e comincia ad avere dei rimpianti

Ricordate i collegamenti del telegiornale Rai con Ruggero Orlando da Cape Canaveral? Andavano di moda i lanci spaziali, la mitica Apollo 11 e gli allunaggi. Bene. Oggi il Cagliari ha voluto presentare una riedizione dei lanci, non spaziali ma quasi.

Per rovinare la festa alla Juventus che cercava il record di punti in campionato, ha pareggiato 1-1, lanciando una ciambella di salvataggio al record che fu della squadra di Capello. Poi per rimanere in tema con lo spazio ha lanciato Ibarbo in orbita, e ora sarà un problema far tornare il colombiano con i piedi per terra dopo le offerte che arriveranno al suo procuratore grazie anche all’azione magistrale con il quale ha punito i campioni d’Italia.

E rimanendo in tema di lanci non dobbiamo sottovalutare neanche quello che ha buttato definitivamente a mare Marco Sau, reo di aver segnato tanto quest’anno da indurre Prandelli a farci un pensierino per la nazionale. Un’esclusione che porta a due considerazioni: o chi decide la formazione non capisce niente di calcio, visto il rendimento del giocatore di Tonara, oppure è così in malafede e vigliacco da doversi vergognare per questa decisione che non ha ragione d’essere per quante chiavi di lettura possiamo darle.

Resta la gioia di un bel pareggio in casa della schiacciasassi del campionato. Una conferma se vogliamo di quanto sia stato sciocco l’atteggiamento poco gladiatorio della squadra che troppe volte quest’anno ha accettato la spartizione della posta senza neanche provarci. Quegli otto punti conquistati nei pareggi senza pathos contro Catania, Palermo, Atalanta (sempre andata e ritorno), in casa del  Chievo e a Siena, potevano diventare almeno il doppio. Perché il Cagliari vale evidentemente più di quanto qualcuno al suo interno creda. Come ha dimostrato ogni volta che ha giocato davvero. Oggi per esempio.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Il Cagliari rovina la festa alla Juve e comincia ad avere dei rimpianti

  1. Sicuramente hai ragione in parte, mì auguro non ci sia malafede perché sarebbe paradossalmente meglio un esclusione tecnica che perlomeno rientra nella sfera dei pareri personali…alcuni meglio informati di me parlano anche di muscoli fragili come motivo di sostituzioni sistematiche ed esclusioni varie: a mio avviso un giocatore di un tale tasso tecnico è impensabile non sia titolare fisso a Cagliari.
    Permettimi invece di dissentire sui doppi pareggi senza pathos con Palermo e Atalanta: soprattutto con i primi sono state due gare tirate con il nostro pareggio arrivato al 90*…..forse il gol più importante di quella sciagura che risponde al nome di thiago Ribeiro

    • Quella dei muscoli fragili è una delle tante leggende metropolitane che saltano fuori quando si devono dare giustificazioni. Basterebbe vedere che nelle ultime due stagioni a Foggia e Castellamare aveva sempre giocato e di questi problemi non aveva avuto. Con uno come Zeman poi se non sei a posto fisicamente non giochi proprio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...