Il dopo Mazzarri-Cavani a Napoli? L’accoppiata udinese Guidolin-Di Natale sarebbe ideale

Guidolin lo ha ribadito più volte in questi giorni: “Da Udine non mi muovo”. E in effetti in Friuli ha trovato il paradiso. Non ha la pressione di dover vincere qualcosa per forza, guadagna bene, ha ogni anno i migliori talenti che arrivano in Italia (grazie al munitissimo settore scouting della famiglia Pozzo) e inoltre gode del privilegio di poter lavorare a due passi da casa (lui è di Castelfranco Veneto). Effettivamente  sarebbe difficile trovare di meglio.

Però facciamo finta per un attimo che di fronte alla proposta di una grande vacilli e alla fine accetti. Voi uno così dove lo vedreste bene?

Io dico Napoli e motivo il perchè.

Credo che la società di De Laurentiis farebbe comunque bene a tagliare Mazzarri (che secondo me non mostra molto rispetto verso società e tifosi con questo tira e molla) indipendentemente dalla decisione che il tecnico comunicherà al presidente domenica sera. Detto questo, il vero problema sarà quello di tenere in piedi una squadra che non si limiterà a perdere un giocatore di grande levatura come Cavani, ma dovrà rifare le fondamenta  o quasi. Perché Mazzarri l’ha costruita a sua immagine e somiglianza (diciamo con molti muscoli e poca classe con le eccezioni di Hamsik e del bomber) e perché l’uomo di San Vincenzo fa parte di quella cerchia di tecnici che lasciano macerie quando vanno via, ovvero  giocatori spremuti al massimo (o forse vanno via anche per questo).

Guidolin però da un punto di vista tattico e di concezione del gioco è l’allenatore a lui più vicino ed è anche quello che avrebbe le maggiori possibilità di sostituire Cavani senza dover pagare troppi danni. Con chi? Ma con Totò Di Natale ovviamente. Può apparire da stolti e presuntuosi affidarsi a un 36enne per sopperire alla perdita di un signore che ha segnato 77 gol in tre campionati (e magari ne aggiunge qualcun altro domenica), ma a ben vedere dalle nostri parti c’è solo il folletto dell’Udinese che non teme confronti in fatto di cifre. Perché Di Natale di gol ne ha realizzati appena 4 di meno nello stesso periodo e addirittura 12 in più se come termine di paragone si prendono le ultime quattro stagioni dei due cannonieri.

E’ vero, ogni mese che passa per un giocatore di quella età è inversamente proporzionale alle possibilità di resa, ma io credo che il fatto di poter giocare finalmente nella propria città gli toglierebbe almeno cinque primavere. E poi, seppur diversi, sia Cavani che Di Natale costringono le rispettive squadre a giocare con lo stesso modulo, ovvero con loro uniche punte.

Se De Laurentiis vuole costruire qualcosa che resti non è certo la soluzione ideale, ma se non vuole buttare a mare questi quattro anni e raccogliere finalmente i frutti puntando, perché no, allo scudetto, mi sembra la soluzione più facile e anche meno dispendiosa.  Certo, anche la più fantasiosa, ma non vedo che male ci sarebbe a usare la fantasia.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Il dopo Mazzarri-Cavani a Napoli? L’accoppiata udinese Guidolin-Di Natale sarebbe ideale

  1. Caro Nanni quella descritta sarebbe una bella favola….tanto bella quanto irrealizzabile… Piazza troppo calda per Guidolin e di natale sarebbe folle a lasciare Udine ( da nessun altra parte avrebbe 10 giocatori che giocano per lui….)….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...