Sassuolo in A! E adesso Squinzi per chi tiferà quando incontrerà il “suo” Milan?

Ho sentito parlare per la prima volta di Sassuolo da piccolo, unicamente perché ci era nata “Casco d’Oro”, al secolo Caterina Caselli che ai miei tempi cantava e non faceva la manager discografica. Era poi la patria delle mattonelle (questo invece lo sapevo perché le vendevano in famiglia). Qualche anno dopo scoprii che quel simpatico centro emiliano di neanche cinquantamila abitanti aveva dato i natali anche a Giorgio Mariani, ala dell’Inter, del Napoli e ahimè della Fiorentina. Dico ahimè perché è stato una delle tante vittime passate fra i gigliati tra gli anni Sessanta e Settanta, e le cui morti premature non possono non lasciare pesanti dubbi sui farmaci usati nel periodo.

Oggi Sassuolo, patria di tanti calciatori, è in festa perché per la prima volta nella storia ha raggiunto la serie A. Ho già avuto modo di scrivere che il segreto di questo successo va riposto soprattutto nella bravura di Giorgio Squinzi, il patron nonché presidente della Confindustria e plenipotenziario dell’industria Mapei, che per anni abbinò il proprio nome al ciclismo vincendo tutto quello che c’era da vincere, salvo poi scappare dal mondo delle due ruote per non aver a che fare col doping.

Oggi la sua squadra ha vinto un’incredibile partita col Livorno, rivale diretta, e mi fa particolarmente piacere che il gol promozione sia stato realizzato da un ex del Cagliari, Missiroli, un ragazzo che avrebbe meritato una carriera migliore, ancorché sia in tempo per rimediare. Poco importa che nell’ultimo mese alla squadra di Di Francesco sia venuto il braccino corto e che abbia seriamente rischiato di vanificare un campionato strepitoso. Alla fine ha vinto e adesso per Squinzi si porrà un terribile dilemma: per chi tiferà quando ci sarà lo scontro diretto con il “suo” Milan?

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Sassuolo in A! E adesso Squinzi per chi tiferà quando incontrerà il “suo” Milan?

  1. Pensa tu quanto era forte la Nuorese di qualche anno fa: ci giocavano Troianiello e Emerson. Il primo è già in A con il Sassuolo, il secondo rischia di andarci con il Livorno.

    • Guardavo Emerson proprio ieri con le sue cannonate proverbiali e mi chiedevo come mai il Cagliari l’abbia sempre ignorato (ricordo che giocava proprio a Cagliari nell’Atletico) per poi prendere Avelar dall’altra parte del mondo. Dico Avelar perchè ha le stesse caratteristiche, ma un sinistro neanche paragonabile a quello del connazionale. In quanto a Troianiello ricordo che mi guardarono storto quando scrissi che El Kabir lo ricordava. Io ancor oggi tra i due sceglierei il primo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...