La finale di coppa Italia: per Andreazzoli se lascia c’è un precedente alla Fiorentina

L’inedito derby Roma-Lazio che sancirà la vincitrice della Coppa Italia 2012-13, ripropone in casa giallorossa un precedente già vissuto quasi quarant’anni fa dalla Fiorentina. I viola avevano chiuso a metà classifica la stagione 74-75 sotto la guida di Nereo Rocco e la dirigenza aveva deciso di affidare la panchina per la stagione successiva ad un allenatore emergente che nel giro di quattro anni aveva portato la matricola Ascoli (ancora Del Duca quando iniziò il ciclo vincente) dalla C al 12° posto in serie A, ottenendo due promozioni e una incredibile salvezza tra le grandi del calcio con due turni di anticipo. Era una squadra, quella marchigiana, composta da giocatori  sconosciuti o quasi ai più: il portiere Grassi, il regista Gola, lo stopper Castoldi, i centracampisti Minigutti e Morello, l’attaccante Zandoli. Il nome più noto era quello di Elvio Salvori (ex Roma, Atalanta, Fiorentina ecc), che peraltro aveva già deciso di attaccare le scarpette al chiodo quando Mazzone lo convinse a calzarle nuovamente. C’era poi nonno Campanini, oltre un centinaio di gol segnati nelle serie minori, capace di coronare a 37 anni il sogno di infilare per tre volte anche i portieri della serie A.

La Fiorentina si era qualificata per il girone finale di coppa che cominciava giusto una settimana dopo la chiusura del campionato, a fine maggio, per durare tutto giugno sino alla finale in calendario il 28. I viola erano guidati in panchina dal secondo Mazzoni che seppur non ufficialmente seguiva le direttive del quasi omonimo Carletto Mazzone in tribuna. Questi, chiuso il ciclo vincente con l’Ascoli ormai in vacanza,  sceglieva i giocatori, indicava gli schemi e durante la settimana faceva l’allenatore ombra dei viola. Com’è, come non è, la Fiorentina inanellò una serie di vittorie che la condussero a “vedere” la finale. Mancava ancora un ultimo tassello, l’ultima partita con la Roma. E serviva la vittoria perché anche il Torino aveva gli stessi punti nel girone. Arrivò solo un pareggio ma grazie alla rete di un altro giovane toscano, il centravanti Ferradini del Napoli, i granata persero inopinatamente contro i campani ormai eliminati e rimasero fuori dai giochi. Nell’altro girone, decisamente più agguerrito, il Milan aveva avuto la meglio su Juve e Inter, così la finale all’Olimpico di Roma si giocò tra la Fiorentina e i rossoneri. Secondo tradizione, consolidata sin dai tempi della squadra yè-yè di Chiappella negli anni Sessanta, la squadra toscana esaurito il ciclo scudetto era stata rifondata con tanti giovani di talento: il 20enne Desolati, i 21enni Roggi, Antognoni, Rosi e Caso e i 22enni Guerini e Casarsa. Antognoni era già stato chiamato da Bernardini in nazionale, così come Caso, Guerini e Roggi. E al termine di una partita avvincente i baldi giovani sollevarono il trofeo battendo 4-3 i milanisti. A quel punto Mazzone, impossibilitato a rilasciare dichiarazioni in quanto ancora “abusivo” (di fatto sino al 30 giugno era tesserato per l’Ascoli), si sarebbe aspettato qualche attestato di stima da parte del secondo. Invece Mazzoni fece lo gnorry e si prese tutti i meriti senza dire neanche un grazie.

Stavolta sarà diverso. Perché Allegri, casomai fosse lui (ma Galliani mi sa che la spunta…) la prossima guida, a Trigoria non ci è ancora passato, e Andreazzoli è di fatto e a tutti gli effetti l’allenatore giallorosso. Il buon Aurelio mette in conto che possa essere per lui l’ultimo atto con la prima squadra, ma ancora sotto sotto spera nella conferma. Comunque vada per lui sarà un trionfo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...