La Roma ha perso tantissimi soldi e il suo charme, ma pare che la lezione non sia ancora servita

Mentre scrivo non ho idea di chi possa essere l’allenatore scelto dalla Roma per la prossima stagione calcistica. Però mi sento di osservare due cose sulla vicenda. La prima è che la società giallorossa in questo momento ha perso tutta l’autorevolezza di cui disponeva. Non si spiegherebbe diversamente la scelta di Mazzarri che ha preferito l’Inter e la stucchevole telenovela di Allegri. Se entrambi hanno rifiutato 3 milioni e mezzo netti di ingaggio per tre stagioni (o come nel caso di Allegri hanno preso tempo sino allo sfinimento) significa solo una cosa: che la Roma oggi è considerata alla stregua di una qualsiasi provinciale.

E questo se vogliamo è la peggior bocciatura cui il management romanista potesse andare incontro. E’ la testimonianza insomma che non sempre i soldi servono per formare le grandi squadre. Baldini e Sabatini in questi due anni hanno dilapidato quattrini a bizzeffe (c’è chi parla di 110 milioni di euro, c’è chi arriva a 140) senza ottenere lo straccio di un risultato. E come se non bastasse da tre anni hanno finito per perdere anche l’egemonia cittadina a vantaggio della Lazio. Che nelle due passate stagioni si è piazzata davanti in classifica e quest’anno si è imposta nello scontro diretto che valeva la Coppa Italia e la qualificazione all’ultimo posto disponibile per l’Europa.

Non ci sarebbe nulla di male se non fosse che la Lazio in questo periodo ha speso si e no il trenta per cento (forse meno) di quello che l’accoppiata Baldini-Sabatini ha buttato a mare.

Come se non bastasse sembra che l’esperienza non sia servita a nulla. Leggo che Sabatini continua a proporre allenatori stranieri che dovrebbero inserirsi e capire un calcio per loro nuovo, perdendo così mesi preziosi. Ed è assurdo ricadere in vecchi errori che non hanno portato a nulla. Stesso dicasi per i giocatori. Ora pare che per il ruolo di portiere siano indirizzati ad un giocatore brasiliano. Non sarebbe la prima volta e non ci sarebbe nulla di male. Ma la Roma in questo momento ha bisogno soprattutto di stabilità, di sicurezze e non di salti nel buio. Di quelli ne ha già fatti abbastanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...