Abbiamo una grande generazione di giovani attaccanti, ma Gabbiadini ha qualcosa in più. Pensaci bene Juve prima di venderlo

Per un attaccante più che per qualsiasi altro ruolo, le presenze part time sono una fregatura, così come il continuo passaggio in altre squadre, a maggior ragione a metà campionato.

Perché agli osservatori così come ai tifosi, alla fine quello che balza agli occhi sono i gol, e se una punta non va in doppia cifra inevitabilmente è poco considerata.

Vai a spiegarlo poi che con molti tecnici le punte devono coprire una zona di campo così vasta che inevitabilmente dopo un’ora di gioco vengono sostituiti perché hanno speso tutto.

Oppure che cambiare squadra ogni anno (o peggio ad ogni sessione del mercato) è un grosso problema perché ogni volta i compagni devono imparare a conoscerti per capire come vai servito.

Credo che di tutto questo vada tenuto conto quando una società deve cercare un goleador sul mercato. Ecco perché nonostante sia finito poco spesso nel tabellino dei marcatori penso che in questo momento una medio piccola di serie A (per me anche una grande sia ben chiaro) farebbe bene a investire su Manolo Gabbiadini. Bergamasco di Calcinate (terra di gente che non si dà mai per vinta come insegna Pietro Vierchowod), nonostante sia abbastanza conosciuto e sia appartenuto già a diverse squadre (Atalanta, Cittadella, Juventus e Bologna), il mancino bergamasco ha appena 21 anni (22 li compirà a fine novembre) e ha già segnato 12 reti nell’Under 21 dove incredibilmente Mangia lo utilizza a mezzo servizio. Nell’ultima stagione a Bologna dov’era in prestito ha messo assieme 6 reti in 30 presenze, per lo più part time. Anche perché gli emiliani hanno preferito rivalutare Gilardino il cui cartellino è in loro possesso.

Credo che Gabbiadini abbia qualcosa in più rispetto alla pur ottima generazione cui appartiene (basterebbe citare gli altri dell’Under: Immobile, Destro, Paloschi ecc.), ovvero la voglia di emergere. Che a parità di condizioni e spesso anche in condizioni di inferiorità risulta vincente.

Ora leggo che la Juventus, interessata a Zaza (altra punta fortissima), sarebbe disposta a privarsi della metà che le appartiene (l’altra è dell’Atalanta) cedendola alla Sampdoria per avere il bomber (parì età del nostro) che nell’ultima stagione ha segnato 18 reti nell’Ascoli retrocesso in C.

Buon per la Sampdoria, beninteso, che con Gabbiadini sostituirebbe al meglio il partente Icardi,  ma secondo me la Vecchia Signora sta commettendo un grave errore di valutazione.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Abbiamo una grande generazione di giovani attaccanti, ma Gabbiadini ha qualcosa in più. Pensaci bene Juve prima di venderlo

  1. Bravo Nanni, concordo sul Gabbia.
    Inoltre ha un incredibile somiglianza con il Gigi giovane, sarà per il numero 11 sulle spalle e sul fisico longilineo con spalle larghe ma a me ricorda moltissimo Gigi. Anche la postura e la mania di mettersi le mani sui fianchi quando vuole rifiatare o è in pausa. Anche tecnicamente ha dei punti di contatto, per esempio tende sempre a sfondare centralmente, senza paura e la botta di sinistro è di quelle che fanno male. Basta, mi fermo, altrimenti esagero, pero’ io uno come Gabbia lo prenderei al volo e per l’occasione …’scongelerei’ la mitica n. 11 rossoblù per rivederla finalmente sulle spalle di un giovane promettente attaccante e non su … Rocco Sabato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...