Tre partite: 8 gol fatti e 8 subiti. Ma è l’Italia di Prandelli o di Zeman?

Da secoli ci raccontiamo che noi italiani siamo un popolo di navigatori, e quindi presumibilmente dovremmo essere amici del mare. Ma dove!!! Forse perché stasera abbiamo preso quattro reti, e le reti in genere si buttano in mare. Di queste una l’ha segnata Dante, figura di eccellenza del popolo di navigatori sopra citato. La seconda è stata invece opera di un tale che segna sempre: nei laghi, nei fiumi, nei ruscelli e naturalmente… Neymar. Poi è arrivata la doppietta di Fred, e voi direte: che c’entra questo col mare? C’entra, c’entra, perché noi vedendolo così macchinoso e goffo pensavamo a Fred degli Antenati, l’amico di Barney, sì, insomma, quello che urlava sempre: “Wilma dammi la clava”. Ma avevamo sottovalutato il fatto che il popolare Fred Bongusto della canzone avesse campato per sessant’anni su “Una rotonda sul mare”, e quindi torniamo a bomba.

Al dilà della goleada la scoppola non è stata inutile per l’Italia. Anzitutto perché la squadra di Prandelli ha saputo battersi pur senza il centrocampo titolare (Pirlo-De Rossi dall’inizio e Montolivo poco dopo); poi perché ha dimostrato che ragazzi come De Sciglio (che pure mi sembra un insulto a sinistra, visto che il piede mancino  non lo usa mai), ma soprattutto il tanto vituperato Giaccherini non sono lì per caso; e infine perché Balotelli pur in una serata di poche gioie ha saputo prendere i colpi e soffrire dall’inizio alla fine senza stupide reazioni.

Questo primo girone della Confederation ci ha mostrato un’Italia garibaldina, capace di segnare 8 reti in 3 gare e di prenderne altrettante. Manco fosse Zeman il suo allenatore. Per quanto strano possa sembrare, vista la prolificità, ritengo comunque che l’attacco con il modulo a una punta debba essere rivisto in proiezione mondiali. Con due è decisamente meglio.

Il Brasile per certi tratti sembra irresistibile, però come nelle altre uscite verso l’ora di gioco crolla di brutto a livello fisico. Scolari dovrebbe spiegare il perché.

Tornando all’Italia, credo che in tre delle quattro reti subite Buffon non sia stato irreprensibile e la cosa mi preoccupa non poco, mentre pur con tutta la simpatia di questo mondo, resto dell’idea che Diamanti sia una giocatore da squadra di centroclassifica, temo che questi livelli gli stiano un po’ larghi.

Ora dovrebbe toccarci la Spagna, vedremo tra le due chi mostrerà di possedere un vero popolo di navigatori.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Tre partite: 8 gol fatti e 8 subiti. Ma è l’Italia di Prandelli o di Zeman?

  1. Io non vorrei che si aspettasse proprio il Mondiale per certificare il tramonto di Buffon. E’ un tramonto certo non ancora concluso, ma in atto da un paio di stagioni. Perche’ deve giocare sempre lui come se fosse il portiere di presente e futuro? D’accordissimo su Giaccherini. Pensa che anch’io volevo scriverti in difesa “del tanto vituperato G..”! Fa sempre il suo, ossia circa il doppio di quel che ha fatto Buffon stasera. Invece non sono d’accordo su DeSciglio, che era in rampa di lancio e dopo 3 partite e’ tuttora sulla rampa, con in piu’ 2 gol sulla coscienza. Quanto a Fred -che per me e’ un centravanti concreto e senza fronzoli che al Brasile serve come il pane, ha uccellato in scioltezza 3/4 della osannata difesa campione d’Italia. Lui e Neymar sono una coppia ideale. Piuttosto, a che serve Oscar? Complimenti a Balotelli, autore con l’assist di tacco al volo dell’unico colpo di classe italiano.Complimenti a El Shaarawy, che se giocava dal 1.o minuto era ancora colpa sua. E complimenti all’ombra di Aquilani (non nel senso di minaccia ma di entita’ impalpabile) per essere riuscito a intrufolarsi come….un’ombra in squadra dopo la comparsata col Giappone. Questo e’ uno che non ha mai cambiato una partita in vita sua.. A me sembra che non siamo proprio granche’ ma va dato atto ai ragazzi che ce la mettono tutta e non mollano mai…ed e’ questo che mi preoccupa.
    Io speriamo che mi sbaglio…

  2. La difesa è il punto nevralgico, perché sono finiti i tempi di Cannavaro e compagnia cantante. Concordo su Buffon: alterna buone prestazioni a partite discutibili, e ieri è stata l’ennesima conferma. Ma è un totem, dunque Prandelli farà come Lippi: non lo rimuoverà, preferirà affondare pur di farlo.

  3. Spiace davvero per Buffon…2 gol su 4 sono colpa sua, ad oggi Marchetti è il miglior portiere italiano ma è difficile pensare che possa scalzarlo (non dimenticate poi il terrore dipinto nei suoi occhi nel 2010).
    Ieri mi sono dovuto ricredere su giaccherini che gol a parte è stato attivissimo e che si trova bene con balotelli.
    Impresentabile Aquilani, non è possibile giocare a quella velocità senza un minimo di fisicita’, la difesa è quella che è….pensare che barzagli rappresenta il top la dice tutta, se chiellini poi perde pure gli scontri fisici stiamo freschi.
    È vero che avevamo due assenze pesanti e che abbiamo avuto pure due infortuni al primo tempo…comunque non abbiamo giocato poi male (il Brasile poi ha poco da festeggiare), ma per fare un buon mondiale urge trovare soluzioni li dietro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...