Con Balo va ko anche Prandelli?

Quando ho scritto che puntare su Balotelli come unico terminale offensivo dell’Italia era un errore, ho motivato la mia considerazione con la prevedibilità che il gioco d’attacco azzurro avrebbe evidenziato. Facevo un semplice calcolo matematico: visto che Balotelli catapultava tutti i palloni sul fronte offensivo, era normale pensare che una volta fermato lui si sarebbe fermata anche l’Italia.

Di questo resto fermamente convinto, ma devo fare ammenda per non aver spiegato la seconda conseguenza che il modulo ad una punta (con quella punta) scelto da Prandelli avrebbe comportato. Non esistendo tra i nostri centravanti un clone di Supermario, va da se che in caso di assenza del milanista il nostro Ct non saprebbe che pesci prendere. Ed è infatti quello che sta succedendo. A tre giorni dalla semifinale della Confederation con la Spagna, ufficilizzato l’infortunio di Balo e la sua assenza con gli iberici, Prandelli è in forte confusione. Sta pensando addirittura ad un Italia senza attaccanti, per non offrire punti di riferimento all’avversario. Una buona idea se non si rischiasse di non offrire punti di riferimento neanche a noi stessi. La cosa più semplice sarebbe quella di inserire Gilardino centravanti (se non gioca neanche in assenza di Balotelli cosa l’hanno chiamato a fare?) e rilanciare El Shaarawy al suo fianco. Si potrebbe così verificare anche la teoria secondo la quale il Faraone ha smesso di segnare da quando l’ingombrante compagno ha salutato l’Inghilterra per tornare a casa. Ma da quest’orecchio il Ct non sembra voler sentire. E su questo punto si potrebbe aprire un dibattito: quasi che un’eventuale rinascita di El Shaarawy possa dare fastidio a qualcuno (che so, al Milan che deve venderlo?). Non sarebbe neanche fuori dal mondo un’accoppiata Gila-Giovinco, ma sembra proprio che il bolognese non goda delle simpatie del commissario tecnico. Staremo a vedere.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Con Balo va ko anche Prandelli?

  1. In effetti, uno che potrebbe fare un po’ il gioco di Balotelli e’ un nazionale, ma non in Brasile: Immobile. Che ne dici? Da come l’ho visto in Israele si potrebbe tentare in futuro. Ma sono d’accordo con te su un altro fatto: e’ il modulo che mi sembra un vicolo cieco. Aspettiamo Insigne e poi vedremo…

  2. Sul ritorno in Italia di Balotelli non credo che abbia influito la volontà di Gallaini; in caso contrario, oltre all’amministratore del Milan dovrebbero essere messi sotto accusa anche i medici della nazionale.. In questa situazione che si è determinata vorrei vedere la parte positiva, ovvero un’ottima occasione per schierare la coppia Gilardino-El Saarawy . Una grande opportunità per lo stesso Prandelli che potrebbe prendere atto che la “boa” o il “pivot” Balotelli alla nostra nazionale non si addice . Per due motivi : 1) è “dogana” e praticamente esclude gli altri dal gioco offensivo; 2) è facilmente controllabile; 3) gioca quasi costantemente spalle alla porta il che determina difficoltà a servirlo e facilita il raddoppio della marcatura ai difensori avversari. Insomma. Balotelli sarà pure bravo ( per quanto mi riguarda con qualche riserva), ma deve capire che con la maglia azzurra si gioca per l’Italia e non per mostrare i muscoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...