Perchè il Cagliari continua a deprezzare i propri giovani?

Faccio appena a tempo ad esultare per il ritorno alla base di due giovani del vivaio del Cagliari dopo due anni positivi di esperienza nelle serie minori e scopro che con ogni probabilità verranno nuovamente ceduti. Ma perché allora vengono cresciuti per tanti anni con tanta cura, fatti maturare, per poi darli via? Non costano nulla,  dopo anni di sacrifici sono finalmente pronti per essere inseriti nella rosa e poi li scarti così? La storia di Dametto e Giorico (ma mi illudo ancora in un ripensamento) è identica a quelli di tanti ragazzi che hanno avuto solo la sfortuna di crescere nel settore giovanile di una squadra che non crede nei propri giovani. Se si esclude la mosca bianca Pisano prima o poi il Cagliari li ha defenestrati tutti, l’ultimo è stato Mancosu nonostante in questi tre anni abbia sputato l’anima per mettersi in evidenza in C1 e ci sia riuscito con pareri unanimi. Venduto per incassare 75mila euro. Capirai! Chissà perché per il primo straniero sconosciuto si buttano 500 mila euro senza battere ciglio. Mah, dovrei esserci abituato a questa politica autolesionista, ma chissà perché riesco ancora  a rimanere sbigottito. Immagino l’obiezione: ma allora Sau e Murru? Il primo ha dovuto compiere un’odissea e mostrare di avere due maroni così per vedere finalmente la luce. Senza contare che continua ad essere trattato come un ragazzino nonostante quello che ha saputo fare.  Basta vedere le panchine in serie quando era già nel giro azzurro. E Murru è appena agli inizi. Fino a un anno fa riempivano di elogi Ragatzu e poi gli hanno rescisso il contratto.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Perchè il Cagliari continua a deprezzare i propri giovani?

  1. il problema è che “un giocatore sardo in casa”, non fa notizia. E poi, tanti cognomi con il finale U disturbano le …menti di gente che sarda ( nell’animo) non è. Battute a parte, come si fa a non tentare di trattenere almeno uno come Mancosu che, appunto come scrive Nanni, si è messo in mostra negli ultimi campionati di serie C 1. Ma tant’è. Mi ricorda tanto la storia di Cuccureddu scartato perchè il cognome ( pensate: ” il cognome” ! ) non corrispondeva alle idee tattiche dell’allenatore che lo bocciò dopo un provino all’Amsicora. .

  2. Nanni, visto che sei in ottimi rapporti con Gianfranco Matteoli (responsabile del settore giovanile del Cagliari, non soltanto un grande campione del passato), perché non ti fai spiegare il motivo di tanto accanimento nei confronti dei talenti sardi? Magari riusciremo a capirci qualcosa di più…

    • Perchè il Cagliari è fatto a compartimenti stagni. Fino alla Primavera gestisce lui, poi non entra più nel merito. Nè per eventuali prestiti, nè per la permanenza in prima squadra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...