Un’altra perla di Bruno, 20enne italiano nato in Belgio. Quando lo riportiamo a casa?

Padre siciliano, madre campana. È nato a Boussu, un nome che sembra tradire origini africane ed è invece un piccolo centro di meno di ventimila abitanti in Belgio, dove i genitori italiani sono emigrati. Lui ha il doppio passaporto anche se finora ha militato in tutte le nazionali giovanili del Belgio dall’under 15 all’21. In teoria potrebbe ancora giocare nella nazionale italiana. Si chiama Massimo Bruno e non ha ancora compiuto vent’anni. Un suo gol ha regalato all’Anderlecht la supercoppa nazionale contro il Genk ed è il primo squillo europeo della nuova stagione.

Bruno è un centrocampista, taglia minuta e piedi buoni. La scorsa stagione appena compiuti i 19 anni venne lanciato titolare in Champions contro il Milan. Lo 0-0 del Meazza gli valse gli applausi generali e la maglia di Boateng. La sua famiglia numerosa e festante era in tribuna e ormai ha capito che il futuro di Massimo sarà una carriera da professionista nel calcio.

Ragazzino precoce, debuttò nel massimo campionato belga tre stagioni fa, poi però finì nell’anonimato. Per sua fortuna, quando stava per essere ceduto, il nuovo tecnico Van der Brom volle dargli una chance. Segnò in amichevole, poi persino alla prima di campionato. Per farla breve l’anno scorso ha giocato 33 partite segnando 7 gol. Se qualcuno in Italia volesse ricordarsi di questo talento…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...