Resta lo stesso Cagliari: è un bene? Qualche dubbio ce l’ho

La conferma di Astori e Nainggolan fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi del Cagliari, perché se i due fossero partiti a poche ore dalla conclusione delle trattative ben difficilmente sarebbero stati sostituiti e la squadra si sarebbe certamente indebolita. Ciò non toglie che il mercato appena concluso sia stato deficitario per il Cagliari che come ormai gli capita da tempo non ha acquistato alcun giocatore di categoria puntando sulle ennesime scommesse (Oikonomu e Ibraimi). La società è stata costretta all’immobilismo dalla mancanza di conoscenze specifiche, denotando una preoccupante mancanza di preparazione in materia. Muovere molti giocatori non è sinonimo di capacità, certo è che dall’”esperto” Nicola Salerno, l’uomo che in teoria dovrebbe essere il diesse rossoblù, mi sarei aspettato almeno un segno di vita che invece non c‘è stato. Cellino ha dovuto brancolare nel buio, non aveva lo straccio di un’idea su dove andare a parare per sostituirli se avesse ceduto i pezzi forti, e così al dilà delle dichiarazioni di facciata (se davvero avesse voluto far felici i tifosi avrebbe rinforzato la squadra) ha dovuto masticare amaro tenendo i due calciatori che sicuramente non avranno fatto salti di gioia. Il presidente ha perso anche la possibilità di fare degli ottimi incassi, cosa che per una provinciale è di vitale importanza. Il campionato ci dirà se è stato un bene tenere la stessa rosa dello scorso anno. Io ho più di un dubbio.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Resta lo stesso Cagliari: è un bene? Qualche dubbio ce l’ho

  1. Forse uno dei due andava ceduto per fare cassa, in particolare Astori, certo che senza un sostituto all altezza o perlomeno di prospettiva (Capuano?bellissimo autogol ieri in Trapani-Pescara) sarebbe stato folle cederlo specie dopo aver visto all’opera Ariaudo sia l’anno scorso che in queste due prime partite.
    Devo dire che nutro molti meno dubbi dei tuoi riguardo alle future prestazioni in campo sia di Astori che di Naingolann, non è la prima volta che sono stati vicini a cambiare ma si sono sempre dimostrati dei veri professionisti, in particolare Astori dovrà fare benissimo per sperare di andare in Brasile.
    Sono d’accordo come però sia utile dare sempre nuova linfa alla squadra.
    Alla fine ci siamo liberati di Thiago Ribeiro (e il Santos ci ha dato dei soldi per questo): poteva andare decisamente peggio!!

  2. Caro Nanni, un po’ di colpe, se la situazione è rimasta tale e quale, è anche di coloro ( non tu, certamente) che si sono esaltati per le prove fornite dalla squadra nelle amichevoli precampionato, e per non avere preso in seria considerazione l’eliminazione dalla coppa Italia. La vittoria sull’Atalanta aveva in parte ridato vigore alle trombe pro-Cagliari, senza un minimo di esitazione e senza capire quali sono i veri punti deboli della squadra. Il Milan, squadra in questo momento non certo irresistibile, ha messo a nudo le pecche della squadra rossoblu. Attacco inesistente ( in questo momento, Pinilla e Nenè non fanno un mezzo Sau), centrocampo debolissimo senza la regia di Cossu, difesa più traballante che mai. Un giudizio definitivo, comunque, lo potremo dare più avanti quando torneranno in squadra Cossu e Pisano, anche Ibarbo ritroverà le accelerazioni della scorso campionato e Lopez si renderà conto che Nainggolan va lasciato al centro per fungere da argine e recuperare tanti palloni come gli capitava lo scorso campionato.E poi il “caso” Conti : ma quando la smetterà di farsi ammonire e squalificare con tanta leggerezza ?

  3. Da un lato condivido parte delle critiche mosse a Salerno: il mercato in entrata è stato tutto una scommessa, anche se gran parte delle squadre piccole preferiscono puntare su sconosciuti a basso costo che svenarsi per calciatori sulla via del tramonto (Cassano?).
    Certo che se davvero avessimo dovuto sostituire Astori (pessimo Ariaudo nelle prime uscite, penalizza anche Rossettini) e soprattutto Nainggolan (al di là della prestazione non eccelsa di Milano) sarebbero stati guai seri, visto che lì in mezzo rimanevano solo Dessena (toglierlo dalla difesa, please) ed Eriksson; nomi “caldi” zero.
    La peggior lacuna a mio parere resta la fascia sinistra, dove in difesa Lopez non se la sente di far giocare Perico nemmeno in assenza di Pisano: io un tentativo col 24 lo farei visto che Dessena in quella posizione ha preso un’espulsione (in Coppa) e due reti (col Milan).
    La vittoria di Trieste con i bergamaschi ha dato troppa carica dopo la pessima eliminazione col Frosinone, ma la sconfitta di San Siro dovrebbe aver riportato tutti coi piedi per terra: chiuso il mercato è ora di lavorare sul serio e di affiatare la difesa (basta giocare a zona!!!) e rinvigorire l’attacco (speriamo nel nuovo acquisto Ibraimi).
    Complessivamente non credo che la squadra si sia indebolita né che Astori o Nainggolan peggioreranno le proprie prestazioni perché volevano essere ceduti, ma rimaniamo una squadra di metà classifica e il primo obiettivo deve essere la salvezza, sperando che se a Gennaio siamo nella parte sinistra della classifica, ciò non sia un incentivo alla vendita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...