Agazzi si scopre Saponetta e salva la panca a Delio Rossi

Eppure al Rocco di Trieste è di casa. Lì cominciò facendo solo panchina, poi l’anno dopo 5 presenze in B. Qualche anno in giro e poi il ritorno con i giuliani, stavolta da titolare: un anno e mezzo per spiccare il volo in A, proprio a Cagliari. Cosa sarà saltato in testa ad Agazzi stavolta viene difficile raccontarlo. Una doppia agazzata (termine caduto nel dimenticatoio dopo il buon inizio di stagione) che ha salvato la Sampdoria dal tracollo e Delio Rossi dall’esonero o comunque dai sette giorni (che poi sarebbero diventati quattro per via del turno infrasettimanale). Le due papere nei minuti finali che hanno vanificato il vantaggio di Ekdal durato quasi sino l’intero incontro e il raddoppio di Conti allo scadere. Sul tabellino comparirà la doppietta di Gabbiadini (suo anche il 2-2 seppur casuale sul tiro di De Silvestri che gli è sbattuto addosso), uno che anche quando non brilla non molla mai. Ma sulla carta d’identità del portiere rimarrà un marchio indelebile che qualcuno non farà a meno di ricordargli anche quando avrà cent’anni se mai dovesse arrivarci.

Difficile ipotizzare cosa gli sia scattato in quella testa ben ornata da un ciuffo che neanche Elvis o Bobby Solo. Forse qualcuno gli ha detto che in telecronaca il Barone Causio l’aveva chiamato Agazzi con l’accento sulla prima A, un po’ come l’ex tennista Andre (il marito di Stezzi Graf giusto per restare in tema). Fatto sta che le due papere hanno richiamato alla mente gli errori clamorosi di Salvadore (doppia autorete in un paio di minuti con la Spagna che gli costò il mondiale azzurro del 70), oppure alcuni interventi per così dire scivolosi di due colleghi che meritarono l’appellativo di “saponetta”, ovvero il povero Massimo Mattolini e l’ex rossoblù Valerio Fiori. Per non parlare di Garella che prima di diventare Garellik con Verona e Napoli alla Lazio era stato ribattezzato Cagarella.

Tra l’altro la cosa potrebbe avere ripercussioni clamorose su Ibraimi, entrato in campo giusto il tempo per… godersi in diretta simil goffaggine. Immaginate il mancino di Tetovo catapultato da altri mondi (Albania, Macedonia, Slovenia, Serbia, Croazia e chi più ne ha più ne metta), che debutta e si domanda: ma dove sono finito? Càpita. E per il Cagliari che voleva spiccare il volo è un vero peccato.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Agazzi si scopre Saponetta e salva la panca a Delio Rossi

  1. Io ogni domenica vedo papere clamorose dei portieri in serie A, anche dei piu’ famosi (ma io li chiamo piu’ ‘sponsorazzati’), non mi pare che Agazzi ne abbia fatto peggio degli altri.

    • Oddio, proprio oggi affronterei un altro tema. E’ un peccato perché in quest’inizio di stagione era stato quasi perfetto. Ora spero che questi scivoloni non abbiano ripercussioni sulla convinzione nei propri mezzi. Ma non penso, caratterialmente mi sembra forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...