Cagliari troppo lezioso: meno possesso palla e più verticalizzazioni

C’è qualcosa che non va nel Cagliari. Non la classifica che riflette più o meno le sue aspettative (una vittoria, una sconfitta e due pareggi). Non il gioco che di certo non manca e fa dire agli osservatori che quella rossoblù è una gran bella squadra. Ma allora perché recriminare se tutto procede secondo i programmi? Un motivo di rammarico c’è ed è pure grosso: per quel che semina la squadra di Lopez raccoglie poco, pochissimo. Contate il numero dei tiri che finisce nello specchio della porta avversaria alla fine degli incontri e vedrete che i conti non tornano. Il Cagliari tira poco, troppo raramente se si pensa che il suo reparto di centrocampo ha pochi avversari e che l’attacco dispone di goleador come Sau e Pinilla e dell’imprevedibile Ibarbo che per la verità è stato finora troppo sacrificato. Anche contro la Sampdoria, partita per lunghi tratti dominata, le conclusioni a rete di Sau e Pinilla sono state una a testa, un bottino misero se rapportato al valore dei due. Ecco quindi dove deve intervenire l’allenatore. Meno possesso palla e più verticalizzazioni, per prendere di sorpresa le difese avversarie e non dare loro il tempo di schierarsi. E meno chilometri per Cossu e Sau che danno il loro massimo quando sono al limite dell’area, il primo per gli assist, il secondo per le conclusioni. Allora sì che questo Cagliari ci farà divertire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...