Le riserve tradiscono l’Italia. Bene Insigne-Florenzi-Balotelli

Un pareggio inspido questo 2-2 ottenuto dall’Italia con l’Armenia. E anche pericoloso visto che ora rischiamo (stanotte sapremo) di non essere testa di serie al sorteggio per i gironi del mondiale brasiliano. Prandelli ha forse sottovalutato questo aspetto, diversamente non avrebbe schierato alcune riserve che hanno penalizzato decisamente gli azzurri costringendoli a inseguire il pari per due volte. Astori ha fatto la prima frittata, Marchetti la seconda. Dispiace che i due abbiano a che fare o abbiano avuto a che fare col Cagliari. Così come rimanendo in tema rossoblù viene la malinconia pensando a Ragatzu, oggi mai impiegato nel Verona. Anni fa nelle rappresentative azzurre under 16-17 il quartese spopolava dando la paga ai coetanei Florenzi e Insigne (tutti e tre del 1991), i due che oggi esaltano Napoli e Roma e che venerdì si ritroveranno di fronte su opposte sponde per la sfida tra le due rivelazioni del campionato. Proprio Florenzi è stato l’autore dell’1-1 e con il compagno napoletano è stato autore delle poche cose buone messe in mostra dalla formazione di Prandelli insieme al subentrato Balotelli (un gol e un’azione da applausi che per poco non ci ha dato la vittoria nel finale). Gli ospiti non sono dispiaciuti e la loro stella Michytarian non ha mancato di timbrare il cartellino con un perentorio stacco di testa seppur agevolato dall’uscita fuori tempo del portiere. Peraltro il giocatore che parla sei lingue e che da quest’estate gioca nel Borussia Dortmund, ha dato un’impressione di eccessiva sufficienza, decisamente fuori luogo vista la posta in palio per i suoi che in caso di vittoria avrebbero potuto puntare ancora alla qualificazione. Meglio per l’Italia, sennò ora  sai quanti processi…

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Le riserve tradiscono l’Italia. Bene Insigne-Florenzi-Balotelli

  1. Prandelli ha sottovalutato l’Armenia ed ha schierato una formazione incredibile: una sola vera punta – Osvaldo – contro una squadra ultima in classifica e senza più fondate ambizioni di qualificazione ai mondiali. Ma perché , considerata la necessità di una vittoria per essere testa di serie, sono rimasti in panchina giocatori che avrebbero potuto completare una formazione ben più consistente ? Sono i misteri di un C.T. che, con l’avvicinarsi dei mondiali, sembra più indeciso sul da farsi. Eppure, questa volta ha avuto a disposizione tutti i giocatori per oltre una settimana. C’è pure un’altra considerazione da fare: Prandelli è andato avanti per oltre dieci giorni pensando a Balotelli :anzichè ai giocatori che ci avebbero potuto garantire la testa di serie in Brasile. Per quanto riguarda Ragatzu, ritengo che, non abbia avuto la fortuna che meritava anche per
    “ragioni di testa”. Forse non è stato aiutato a migliorarsi. Certi giocatori, come qualsiasi altro giovane con la “testa al vento”, hanno invece bisogno di guide brave e inflessibili. Circa la prestazione di Astori, mi sa tanto che dopo l’errore che è costato all’Italia il primo gol, il difensore rossoblu finirà in panchina per lungo tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...