Rattoppato e a pezzi, ma il Sant’Elia è pur sempre casa nostra

Sulla vicenda stadio continuo a non capirci granché (o forse mi rifiuto di voler capire). Quel che è certo è che contro il Catania perlomeno il Cagliari ritorna dopo 18 lunghissimi mesi a giocare nella sua città. Nonostante Cellino e Zedda aggiungo. Sarà un impianto che cade a pezzi e rattoppato, ma è pur sempre casa nostra. E allora: Forza Casteddu e Trieste addio per sempre!!!

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Rattoppato e a pezzi, ma il Sant’Elia è pur sempre casa nostra

  1. Condivido quel ” Forza Casteddu e Trieste addio per sempre”. Per il resto, la storia non si cancella. E la storia dice che: 1) L’ing. Tonino Masala, a suo tempo coinvolto come professionista nella costruzione dell’impianto, ha sempre escluso che il S. Elia fosse pericolante; 2) Gigi Riva ha più volte sollecitato interventi, neppure tanti costosi, per rendere il S. Elia immediatamente agibile e permettere così che l’impianto riprendesse ad ospitare avvenimenti internazionali, oltre che la squadra rossoblu; 3) perché non è mai stato chiarito fino in fondo di chi fossero le colpe se il Sant’Elia ha rischiato di cadere a pezzi?
    Vicende che , prima o poi, la storia dovrà chiarire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...