Povero Petkovic, vittima del primo posto della Roma

Sarà anche la città più bella del mondo, quella in cui quasi tutti vorrebbero vivere, certo è che Roma anche dal punto di vista calcistico non ha eguali. Il tam tam delle radio influisce sui destini degli allenatori come da nessun’ altra parte. Prendiamo il caso del povero Petkovic che ha il destino segnato e sa benissimo di dover vivere quel che gli resta nella società capitolina come un incubo, quali che siano i risultati. Ma perché questo avviene solo nella nostra capitale si dirà. La spiegazione è semplice, anche se non verrà apprezzata dagli addetti ai lavori. Più che da ogni altra parte i giornalisti romani sono prima di tutto tifosi delle proprie squadre. Così tifosi da scrivere e giudicare solo dopo aver visto come stanno “i peggiori nemici”, cioè quelli dell’altra sponda del tifo. Il dramma dei laziali in questo momento sono le otto vittorie consecutive e il primato della Roma, per cui apriti cielo! Dimenticata la vittoria in coppa Italia dello scorso maggio e i due precedenti campionati conclusi davanti ai giallorossi, ora la critica nei confronti dei biancazzurri si è fatta addirittura feroce. Tare, che fino all’estate scorsa era stato riabilitato agli occhi di tutti e considerato tra i direttori sportivi più competenti, è nuovamente ripiombato tra quelli che stanno lì a fare un mestiere che non li appartiene. Lui poi ci ha messo del suo dichiarando alla stampa albanese che sogna di diventare il Ct della nazionale albanese (che ha appena rinnovato il contratto di Ct all’italiano De Biasi) e quindi si può immaginare  quale sia stata la reazione generale. Lotito, che fino a qualche tempo fa veniva citato come il miglior presidente nel rapporto tra i trofei vinti e i pochi soldi investiti, è diventato così impopolare da non poter uscire in giro. E di conseguenza Petkovic, dopo aver rappresentato la migliore sorpresa del campionato nella passata stagione, adesso  viene giudicato un incompetente senza quasi. La situazione è diventata così insostenibile che domenica un’eventuale vittoria sul Cagliari verrebbe commentata dalle suddette radio quasi con fastidio, come se non si vedesse l’ora di liberarsi di questo allenatore. Che a ben vedere in questo momento ha solo la “gravissima” colpa di avere i dirimpettai primi in classifica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...