Cosa salva Allegri dall’esonero? Tutti quei nomi da squadra di mezza classifica

Dopo nove giornate il Milan è decimo in classifica e il suo distacco dal vertice di 16 punti. In condizioni normali sarebbe logico se scricchiolasse la panchina di Massimiliano Allegri che in effetti come abbiamo visto e sentito non è molto salda. Soprattutto per quegli undici punti che lo dividono dalla zona Champions, ormai il vero obiettivo della società da quando gli investimenti sul mercato si sono drasticamente ridotti. Spaventa poi la media esagerata dei gol subiti (quasi due a partita) e il fatto che finora i milanisti abbiano perso più partite di quante non ne abbiano vinto (4 contro 3). Insomma, visto che stiamo parlando della squadra che si vanta di avere la bacheca più titolata al mondo e non di una provinciale,  che Allegri sia sulla graticola sta un po’ nella logica delle cose. Il tecnico, poi, solitamente molto attento dal punto di vista diplomatico, fece un grande errore inimicandosi Mino Raiola quando escluse Niang dalla lista Champions. E tutti sanno come il parere dell’italo-olandese nella società rossonera conti decisamente più di quello di un semplice agente di calciatori. Però se il buonsenso è ancora di casa nel nostro mondo, a tenere salda la posizione di Allegri dovrebbero bastare sette nomi snocciolati in ordine sparso: Gabriel, Silvestre, Zaccardo, Birsa, Constant, Muntari e aggiungo pure il Robinho degli ultimi tre campionati (a sei milioni netti di ingaggio l’anno!). Se questi sono giocatori da Milan e non da una formazione di centroclassifica, beh, allora cosa aspetta Galliani a cacciare il tecnico livornese?

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Cosa salva Allegri dall’esonero? Tutti quei nomi da squadra di mezza classifica

  1. Concordo sul fatto che la squadra sia costiuita per lo più da giocatori mediocri, ma voglio fare una domanda: secondo voi Allegri è esente da colpe? Io credo che potrebbe fare molto meglio sia sotto l’aspetto mentale, ma anche su quello tecnico, perchè comunque se una squadra prende così tanti gol non può essere solo per la mediocrità dei difensori.

  2. Allegri è come il Presidente del Consiglio Enrico Letta : perennemente sotto minaccia di “caduta”. Mentre non entro nelle polemiche politiche, all’allenatore del Milan auguro una Società senza capi che fanno politica. Al di là di queste considerazioni, anch’io ritengo che la “rosa” del Milan sia piuttosto modesta e che Balotelli abbia non poco condizionato il gioco e la vivacità offensiva di alcuni buoni giocatori.

  3. Squadra mediocre per un mister che mi sembra che abbia perso quel poco di modestia e buon senso che non guastano.
    Critico la gestione assurda del Faraone e il mancato utilizzo di alcuni giovani piuttosto che riproporre ancora vecchi scarponi….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...