Consolati Cagliari, potrai solo far meglio

Troppo facile infierire dopo uno 0-3 e con il Bologna in vantaggio di un uomo. Più dura salvare il Cagliari nel primo tempo, con la parità numerica, quando tutto il peso della costruzione del gioco è ricaduto sulle spalle di Cossu senza che nessuno dei compagni gli desse una mano. Tra il numero 7 e il compagno più vicino c’era sempre il deserto di mezzo. Nainggolan nascosto in marcatura, Conti che ormai sembra aver deciso di scendere in attacco solo sui calci piazzati; gli esterni Pisano e Murru che non si sono mai sognati di dare manforte dalle fasce. Aggiungiamo che Lopez all’idea dei due attaccanti di ruolo non ci ha mai pensato, e così Ibarbo ha finito per avvitarsi su se stesso alla ricerca di spazi che non c’erano e che per lui ci saranno solo quando la squadra potrà agire in contropiede a difesa di un risultato positivo. Altrimenti, quando ci sarà da sbloccare il risultato o peggio ancora recuperarlo, Ibarbo avrà sempre le difficoltà maggiori perché non è un attaccante di ruolo, checché qualche gol fantastico sembri volerci illudere del contrario. Identici i probelmi della prima punta (stavolta Pinilla in passato Sau). Da solo in mezzo a quattro avversari per volta cosa mai potrà fare il prescelto di turno? Lopez continua a non vedere e buon per lui che la squadra ha ancora una classifica dignitosa, perché il suo presidente è buono a caro, ma quando vede la zona rossa non ci mette molto a cambiare allenatore.. Il Bologna ha segnato il primo gol con Garics che se avesse l’accento sulla i potrebbe essere preso per un indomito guerriero gallico. La sua rasoiata di esterno destro dopo il gentile cadeau di Agazzi è stata tanto bella quanto improbabile. Quantunque l’esterno bolognese venga proprio dalla patria dei tiri all’ungherese. Il raddoppio con Rossettini in versione “e le stelle stanno a guardare” (oddio, il difensore proprio una stella non sembra) ha invece visto protagonista Kone, sicuramente il migliore in campo, poco dopo l’espulsione per doppia ammonizione di Murru. Allo zero a tre qualsiasi pubblico avrebbe perso la pazienza, non quello cagliaritano. In compenso la difesa di casa si è persa Pazienza che ha siglato di testa indisturbato. Detto che Lopez si è liberato di Cabrera per inserire Ibraimi (un bel tiro, ma non ha giocato né punta né a ridosso delle punte e al riposo era già sotto la doccia), continuo a domandarmi dove sarebbe oggi il Cagliari se negli ultimi anni, diciamo da Larrivey in poi, non avesse regalato un uomo agli avversari sistematicamente ad ogni partita.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Consolati Cagliari, potrai solo far meglio

  1. Inutile illudersi: il Cagliari visto contro il Bologna ha mostrato le medesime lacune viste in tante altre partite. I giocatori non sono eccelsi, ma anche Lopez ha le sue colpe. Possibile che non riesca a mandare in campo la medesima squadra due volte di seguito ? Possibile che non abbia ancora capito che Ibarbo quando non è in giornata va subito tolto dal campo ? E che schierando una sola punta vera ( Pinilla o Sau ) agevola le difese avversarie ? E tanti altri interrogativi ancora. Una domanda, però, a questo punto, è lecita : ma l’anno scorso chi guidava la squadra Pulga o Lopez ? Se tanto mi dà tanto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...